Pavimenti in resina, la soluzione moderna dalle infinite personalizzazioni

17/lug/2012 14.11.02 serenapp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il settore dell’arredamento e dei rivestimenti per ambienti ad uso abitativo, non sarà mai saturo di materiali per la costruzione e realizzazione; i progetti sempre più spesso sono delle vere e proprie sfide nella quali gli architetti ed interior designer cercano di portare i materiali più comuni all’estremizzazione, in modo da poterli sfruttare in contesti nuovi.

Un materiale decisamente antico che si offre però me strumento per la realizzazione di interni a dir poco unici, è la resina, che si propone come interprete principale di nuovi spazi e nuovi confini abitativi: i pavimenti in resina sono l’alternativa per chi vuole puntare alla realizzazione o alla ristrutturazione di ambienti che esprimano al contempo eleganza, fascino e che rappresentino un forte tributo alla modernità, essendo infatti soluzioni pregiate, di classe ed innovative, ma non eccessivamente costose.

L’effetto che questi pavimenti creano negli ambienti in cui vengono utilizzati è quello di spazi continui, fluidi, nei quali la sensazione è quella di un pavimento che “non esiste” e non dialoga direttamente con l’ambiente, se non per il fatto che ne valoriza l’arredamento e gli spazi, grazie all’assoluta pulizia del suo design. Ma a cosa ci riferiamo quando parliamo di pavimenti in resina? Le resine sono dei composti polimerici che conservano caratteristiche fisiche e chimiche molto simili a quelle dei materiali più convenzionali, quali il cemento, il vetro e la ceramica e sono quindi una soluzione di qualità ideale per creare ambienti che colpiscono per la bellezza della loro purezza.

Un'altra caratteristica che gioca certamente a vantaggio di questo nuovo ed innovativo materiale per i rivestimenti è rappresentata dalle infinite possibilità di personalizzazione che fanno di questo materiale il più originale attualmente sul mercato, i composti a base di resina possono infatti assumere aspetti estremamente diversi a seconda della gamma cromatica e di texture o di elementi decorativi di vario tipo come ad esempio foglie, fiori o pietre, senza contare poi il fatto che in fase di posa possono essere applicate diverse e differenti tecniche di stesura che vanno dallo spatolato al nuvolato.

I risultati nel campo dell’arredamento/edilizia sono quindi potenzialmente infiniti, ma i composti in resina sono ideali anche come rivestimento per oggetti d’arredo, mobili, pareti ed altri oggetti, dato che sono esteticamente molto piacevoli, impermeabili, antipolvere ed inoltre molto resistenti.

La resistenza e la versatilità di questo materiale è quindi ideale per il rivestimento sia di superfici domestiche- che ne guadagnano in eleganza e pulizia delle linee- che di pavimenti e di pareti di ambienti commerciali o domestici ad uso garage o ripostigli, grazie alla loro peculiare caratteristica anti-polvere che costituisce il vantaggio principale rispetto ai tradizionali rivestimenti per pareti e pavimenti, in muratura.

Come accennato precedentemente le resine possono anche essere impiegate nel settore dell’arredamento, andando a costituire un rivestimento estremamente leggero ma resistente per piccoli mobili, come tavolini, sedute, sgabelli, oppure per soprammobili di design, molto originali e moderni.



Serena R.

Prima Posizione Srl- Web Marketing Agency

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl