Installare una caldaia a condensazione nel modo corretto

20/mag/2014 11.20.47 Fazland Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

GUIDA PER INSTALLARE NEL MODO MIGLIORE UNA CALDAIA CON TECNOLOGIA A CONDENSANZIONE
caldaia enel energia
Immaginiamo di dover montare una caldaia, diciamo un' installazione caldaia a Novara . La tecnica della condensazione è basata su fondamenti scientific oggettivamente diversi da quelli tipici per cui richiede l’adozione di accorgimenti specifici per risolvere possibili problematiche legate allo smaltimento delle condense.

Fatte queste considerazioni si pone l'attenzione su un primo e fondamentale peculiarità: perché un prodotto raggiunga grande quota nel mercato, dovrà portare effetti utili che diano benefici a operatori così come utilizzatori, deve consentire risparmi in termini economici, sebbene dovrà anche essere necessariamente supportato da un adeguato pacchetto normativo che ne faciliti e disciplini l’ utilizzo.

È palese che le caldaie con tecnologia a condensazione, pur essere una tipologia di caldaie con soluzioni tecniche innovative così da metterle al di fuori della classica denominazione delle caldaie che usano a gas, non possono e non devono sicuramente avere caratteristiche costruttive e di manutenzione non in linea con le norme in materia di sicurezza o con le leggi generalmente condivise, che normano le caldaie e gli impianti comuni.

Questo è difatti attuabile già dal luglio 2003, quando è stata pubblicata la norma UNI 11071 “Impianti a gas per uso domestico asserviti ad apparecchi a condensazione e affini. Criteri per la progettazione, l’installazione, la messa in servizio e la manutenzione”, punto di riferimento per le soluzioni con caldaie a condensazione con capacità termica nominale inferiore di 35 kW.

Le regole di detta norma sono il risultato delle esperienze di tutti gli aspetti installativi connessi all’ utilizzo di caldaie a condensazione e affini (volendo dire un apparecchio che, grazie a un rendimento oggettivamente alta potrebbe richiedere dell’evacuazione delle depositi d'acqua che si è formata nei condotti da fumo sotto l’apparecchio stesso). quanto costa una caldaia a pellet

Per la progettazione dell’ impianto interno oltre che la ventilazione delle stanze contigue, la legge si riferisce poi alle altre norme UNI 7129 oltre che UNI 7131. Forzare la condensa accumulata nei fumi a ripercorrere in senso inverso la trasformazione, in una parola solamente a condensare, vale a dire concludendo andare a togliere dall'aria una grande parte di energia altrimenti diluita nei fumi di scarico.

Una caldaia a condensazione deve essere pensata, progettata, realizzata oltre che posata così da averne il più grande beneficio possibile derivante dalle sue caratteristiche, cosa non ottenibile con altri apparati non a condensazione in cui tale energia residua viene francamente dispersa.

L'abbassamento della temperatura dell'aria da come risultato fenomeni paralleli as esempio la crazione di fumi con un livello acido che si aggira mediamente , per impianti a gas , tra pH 3, 5 e 4, 5. Tale indicazione impone a progettisti e idraulici a optare per materiali adatti come ABS, PVC e HPE, col fine di allontanare le condense formatesi dentro all' apparecchio oppure nei prodotti della combustione. I materiali in questione possono sostenere l' usura delle condense per tutta la vita della caldaia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl