Falchi pellegrini di nuovo in città: rapaci e volatili salvaguardati dalle cassette Terna

19/apr/2010 10.48.59 Ufficio Stampa Extera Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La nascita di Tesla, Sirio e Ales, tre piccoli falchetti, è stata seguita in diretta grazie alle web cam di Terna e Ornis Italica sul sito www.birdcam.it

Tre piccoli falchi pellegrini, Tesla, Sirio e Alex, sono nati dalla coppia Aria e Vento. La particolarità? Non solo i volatili i primi falchi pellegrini a nidificare a Roma, ma l'evento è stato seguito in diretta grazie alle webcam di Terna e Ornis Italica. I primi a dare la notizia della schiusa delle uova sono stati gli americani che assistevano alla "nascita in diretta" dal sito www.birdcam.it. Il primo falchetto ha visto la luce all'alba del 13 aprile, dopo 38 giorni di cova, il secondo a poche ore di distanza intorno alle 16. Da quel momento le immagini e il video dell'evento hanno fatto il giro del web e sono state postate anche su YouTube. Le uova erano state deposte all'inizio di marzo dalla coppia di falchi pellegrini Aria e Vento che nidificano ogni anno sul cornicione della facoltà di Economia della Sapienza in una cassetta-nido messa a disposizione da Terna.

Mamma Aria, premurosa, ha subito scaldato i pulcini proteggendoli con il piumaggio. Le webcam puntate sui rapaci consentono da sei anni di osservare costantemente la loro vita privata all’interno della cassetta-nido. Gli internauti che si collegano al sito in occasione della nascita dei falchetti sono sempre più numerosi, tanto da far registrare un picco di visite che si prevede aumenti durante il periodo dell’allevamento. Gli appassionati potranno seguire successivamente l'inanellamento dei giovani falchi, a cura degli operatori dell’associazione Ornis Italica che avviene all’età di 15 giorni. Secondo una classifica di EarthCam's le telecamere installate davanti al nido, nel mese di marzo, sono state tra le 10 più gettonate del pianeta. I falchi sono tornati definitivamente nelle nostre città.

Ad Aria e Vento, i primi falchi pellegrini a nidificare a Roma, si aggiungono ogni anno nuove coppie di rapaci tanto da conferire alla Capitale il primato, tra tutte le città italiane e straniere, del luogo con il maggior numero di coppie presenti, attualmente 5 in riproduzione. Terna, oltre al nido sul tetto della Facoltà di Economia, ha allestito sui tralicci elettrici nella campagna romana oltre duecento cassette per altre specie di rapaci, in particolare i gheppi, e per altri uccelli come gli assioli e le ghiandaie marine, due specie che nei prossimi giorni concluderanno il loro viaggio di migrazione dall’Africa proprio a un passo dalle nostre città.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl