[listaroma] Buon Natale ... senza crudeltà

[listaroma] Buon Natale ... senza crudeltà Molti mi hanno fatto notare che non ho scritto il luogo del tavolo.

17/dic/2010 14.14.11 OIPA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Molti mi hanno fatto notare che non ho scritto il luogo del tavolo. Chiedo scusa! Il tavolo sarà in Piazza della Chiesa Nuova (vicinissima a Piazza Navona).
Scusate ancora!
 
----- Original Message -----
Sent: Thursday, December 16, 2010 10:35 PM
Subject: [listaroma] Buon Natale ... senza crudeltà

Domenica 19 dicembre 2010, dalle h. 10,00 alle h. 19,00 circa, l'Oipa di Roma organizza un tavolo informativo che ha come argomento il massacro degli animali nei macelli. Dato il periodo dell'anno, e dato che a Natale questo massacro assume proporzioni ancora più catastrofiche, abbiamo pensato di distribuire per strada un volantino-cartolina su questo tema e il Menu di Natale senza crudeltà, con ricette buonissime che non uccidono nessuno.

Il volantino che veràà distribuito spiega che per Natale è tradizione imbandire pranzi e cene con ogni "bendiddio", ma... molti di questi "cibi" in realtà non sono affatto un "bene", né sono un "cibo". Sono pezzi di animali, uccisi brutalmente, a cui è stato fatto del male sia nell'allevarli nelle prigioni degli allevamenti intensivi, sia nel trasportarli in lunghi viaggi da incubo, sia nell'ammazzarli nei macelli, dove vengono sgozzati, fatti dissanguare, tagliati a pezzi. Animali, esattamente come i cani e i gatti che abbiamo nelle nostre case: il pensiero di uccidere e portare in tavola loro, per Natale, ci farebbe - giustamente - inorridire. Eppure, gli animali "d'allevamento" sono uguali a tutti gli altri: possono amare, soffrire, provare paura, dolore, gioia, amicizia. Proprio come gli animali domestici che conosciamo meglio.

Il volantino termina invitando a non festeggiare il Natale uccidendo animali e facendo presente che "Usando ingredienti vegetali, anziché animali fatti a pezzi, il tuo pranzo di Natale sarà più buono, in tutti i sensi".

Inoltre, cominciamo a raccogliere le firme per chiedere al il Parlamento Italiano che inasprisca le norme che regolano gli esperimenti, non concedendo deroghe che di fatto rendono nulli i provvedimenti restrittivi.

In particolare verrà chiesto che non ci siano deroghe al:
divieto di utilizzare animali per scopi didattici;
divieto di utilizzo di animali prelevati allo stato selvatico e di animali randagi (quest’ultimo già previsto dall’attuale normativa italiana);
divieto di utilizzare animali in via di estinzione a fini sperimentali;
divieto di riutilizzo dello stesso animale per fini sperimentali;
divieto di utilizzare animali per la ricerca finalizzata alla conservazione della specie.

E che ci sia invece un obbligo all’utilizzo dell’anestesia locale per tutte le procedure sperimentali e che vengano incentivati economicamente e imposti per legge i metodi scientifici sostitutivi che non implichino l’utilizzo di animali.
Verrà inoltre chiesto che le maggiori associazioni animaliste, al momento non menzionate nella Direttiva, siano rappresentate e coinvolte nelle ispezioni ai laboratori di ricerca, nelle commissioni per la valutazione etica al fine di concedere le autorizzazioni a svolgere i progetti di sperimentazione animale, nell’organismo permanente di esame etico e nel comitato nazionale per l’etica e il benessere degli animali.

La petizione proposta dall’OIPA è solo l’atto materiale di quello che dovrebbe essere intrinseco in ogni essere senziente, la consapevolezza di non essere l’unico con il diritto di esistere e che la propria esistenza non può essere considerata migliore o più importante di quella di un’altra specie. L’uomo nel corso della sua vita si è arrogato il diritto di dominare e usufruire a proprio piacimento degli altri animali che popolano questo nostro pianeta, dimenticandosi che in principio siamo nati tutti uguali pur nelle differenze proprie di ogni specie: è ora di ricordarselo!

Vista la vicinanza del Natale, abbiamo dei gadget appositamente preparati per fare dei regali aniamlisti, nonchè gli ultimi calendari Oipa 2011 e le ultimissime VeganAgende 2011.

Ricordiamoanche che c'è la possibilità di diventare (oriconfermarsi) soci anche per il 2011. O anche regalare la tessera di socio per Natale.

Vi aspettiamo a prendere i nostri gadget: con i soldi ricavati aiuteremo il Centro di Recupero di animali selvatici della Lipu. La burocrazia del Comune di Roma sta ritardando ormai da un anno i contributi, dunque le risorse sono ormai agli sgoccioli.

In particolare, il Centro ha bisogno di:

1) Giornali, quotidiani e scatoloni di carta

2) Cibo per cani o gatti (umido o secco)

3) Materiale per pulizie

Sono tutte cose che raccoglieremo al tavolo per chi volesse portarli, oltre anche a farmaci, coperte ... Poi penseremo noi a portare il tutto, oltre alle cose che compreremo noi.

 

 
 
 
Francesca Lavarini

Responsabile OIPA ITALIA Onlus 
Roma e Provincia

366/3033017

roma@oipaitalia.com  

VISITA IL NOSTRO SITO www.oipaitalia-roma.com  

OIPA Italia Onlus

Organizzazione Internazionale Protezione Animali ONG

Affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione dell'ONU

Associazione riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente

(DM del 1/8/2007 pubblicato sulla G.U. n. 196 del 24/8/2007)

 

http://www.oipaitalia.com 

Se non vuoi ricevere più e - mail informative sulle nostre attività, mandami un'e - mail che ha come Oggetto Cancellami.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl