Il magazine sul biologico Valore Alimentare rinnova grafica e contenuti

Stampato su carta fsc 100% riciclata, con una veste grafica rinnovata, nuove rubriche e una maggiore foliazione, il magazine arriva nei negozi specializzati in prodotti biologici e nelle librerie Feltrinelli e si rivolge ad un pubblico sensibile alla qualità degli alimenti, alle pratiche sostenibili, in genere alle relazioni tra alimentazione, benessere e salute.

14/mar/2011 17.29.10 moca_interactive Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sul latte circolano tante false credenze. Ma qual è la verità? O, meglio, è possibile dare una risposta netta, si o no, alla domanda: “È bene consumare latte vaccino?” Ancora una volta, il magazine sul biologico Valore Alimentare offre le risposte a questo e a molti dubbi su alimentazione, biologico, salute, con chiarezza, ma anche con il rigore dell’argomentazione scientifica.

La copertina del numero primaverile di Valore Alimentare è proprio dedicata a questo attualissimo tema. Stampato su carta fsc 100% riciclata, con una veste grafica rinnovata, nuove rubriche e una maggiore foliazione, il magazine arriva nei negozi specializzati in prodotti biologici e nelle librerie Feltrinelli e si rivolge ad un pubblico sensibile alla qualità degli alimenti, alle pratiche sostenibili, in genere alle relazioni tra alimentazione, benessere e salute.

E’ vero che il latte di cui disponiamo oggi è più sicuro dal punto di vista igienico, ma cosa può produrre una mucca oggi spesso “malallevata”, a causa della fecondazione artificiale, l’alimentazione a base di insilati iperproteici e mangimi di soia e mais provenienti da colture transgeniche e irrorate da pesticidi?

Iperattività e alimentazione Tra gli altri articoli, uno spazio particolare è dedicato all’infanzia, con altri temi di sicuro interesse, come dimostrano le domande che arrivano al blog valorealimentare.it. In “A misura di bambino”, Sergio Maria Francardo, membro del Comitato Tecnico Scientifico di Medicina Complementare della Regione Lombardia, scrive di iperattività nei bambini, riportando la sua esperienza di medico: “Ho sperimentato che, in un numero elevato di casi, alla base di simili disturbi del comportamento sussiste un’ipersensibilità a fosfati, coloranti, additivi contenuti negli alimenti”.

Le novità Tra le nuove rubriche, in Educare al gusto, l’insegnante di scuola Waldorf Sabino Pavone offre un percorso all’interno di uno dei sensi più “maltrattati” dalla nostra attuale cultura dei consumi ed assolutamente da recuperare per evitare disturbi nel rapporto con l’alimentazione. Anche l’uso dei pesticidi in agricoltura e l’informazione sugli OGM da oggi trova posto stabile nella rivista; a scriverne saranno due dei massimi esperti italiani in materia: Marcello Buiatti, docente ordinario di Genetica presso l’Università di Firenze; e Gianumberto Accinelli, entomologo alla Facoltà di agraria dell’Università di Bologna, allievo di Giorgio Celli. Lo stesso Accinelli, insieme alla cooperativa di cui è presidente, Eugea, curerà anche una rubrica sugli insetti per aiutare a comprendere meglio il loro mondo e i loro comportamenti. Valore avrà un respiro più internazionale, grazie al contributo di Lucy Milenkovich, traduttrice e agricoltrice biodinamica, che leggera e selezionarà informazioni e ricerche a livello internazionale, news sul biologico (e non).

Sarà poi possibile sottoscrivere un abbonamento online alla rivista.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl