Siglato accordo per la commercializzazione di impianti fotovoltaici galleggianti sul territorio nazionale

14/mar/2011 18.55.26 Giusy Loglisci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Avetrana (TA), 14 marzo 2011. È stato siglato venerdì un accordo per la commercializzazione e distribuzione a privati, aziende ed enti pubblici del Progetto Loto, l’innovativo sistema di impianto fotovoltaico ‘galleggiante’ brevettato dalla Daiet srl, la società di Cisternino (BR) specializzata nel settore degli impianti fotovoltaici. Partner dell’accordo sono Habitat di Chieti e Bolognese Impianti di Torino, aziende specializzate nelle energie rinnovabili e nella commercializzazione di sistemi fotovoltaici, che distribuiranno Progetto Loto a livello nazionale. I partner puntano a installare in Italia nel corso del 2011 una decina di impianti fotovoltaici galleggianti per una potenza totale di circa un MW. Con questa partnership, che si pone a valle di un progetto di ricerca avviato due anni fa e che prevede ulteriori sviluppi in futuro, Daiet consolida la propria posizione di azienda pioniera nella produzione di impianti fotovoltaici galleggianti modulabili. L’azienda cistranese, che già nel 2008 aveva realizzato in forma sperimentale un impianto fotovoltaico galleggiante da circa 20 KWP in Emilia Romagna, ne sta completando un secondo ad Avetrana in provincia di Taranto. «Con questo accordo – dichiara Vita Donnaloia, amministratore unico di Daiet srl - puntiamo a coniugare l’attiva di ricerca della Daiet con l’esperienza pluriennale nella commercializzazione di due aziende che ci supporteranno nella distribuzione del progetto Loto in tutta Italia. Nell’ottica di un percorso di sviluppo delle energie rinnovabili orientato alla tutela dell’ambiente questo progetto è in grado di soddisfare i fabbisogni energetici di aziende agricole e consorzi di bonifica siti in prossimità di specchi d’acqua, non togliendo spazio all’agricoltura e riducendo l’evaporazione dei bacini stessi». «L’accordo con Daiet - commenta Giovanni De Cristofaro, presidente e amministratore delegato di Habitat srl – rappresenta per la nostra società, da sempre sensibile alle attività di ricerca e sviluppo, l’opportunità di partecipare a un progetto innovativo nel campo delle energie rinnovabili. Il nostro obiettivo è quello di sviluppare commercialmente il Progetto Loto, sfruttando tutte le sue caratteristiche positive, e ci aspettiamo ottimi risultati dal mercato italiano». «Il Progetto Loto è un’idea intelligente che permette - commenta Damiano Bolognese, amministratore unico di Bolognese Impianti di Torino - di sfruttare tutte quelle superfici ad oggi inutilizzabili e di sviluppare le energie rinnovabili con un basso impatto ambientale, presentando un elevato grado di integrazione con il territorio».
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl