[listaroma] Speciale newsletter per i 30 anni dell'OIPA

Allegati

29/mar/2011 17.10.38 OIPA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Speciale newsletter per i 30 anni dell’OIPA

 

http://www.oipaitalia.com/elementi%20sito/oipa.jpg

TRENT’ANNI DELL’OIPA

Se gli altri animali non possono autodeterminare i propri diritti,

c’è l’OIPA che li protegge!

Era il 30 marzo del 1981. A Lugano la Dr.ssa Milly Schär Manzoli (animalista e autrice di numerose pubblicazioni antivivisezioniste, conosciuta in tutto il mondo, scomparsa nel dicembre 2001) e altri 6 soci fondatori (tra cui il compianto Prof. Pietro Croce, fervente antivivisezionista e autore di molti libri tra cui "Vivisezione o scienza: una scelta") costituivano l'OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali).

L'OIPA è la prima confederazione internazionale di associazioni animaliste e protezioniste di tutto il mondo. È infatti composta dalle cosiddette "Leghe membro", associazioni che si affidano ad OIPA nella rappresentanza e nella conduzione a livello globale di campagne a tutela dei diritti degli animali. Nell'occasione del suo trentesimo compleanno le Leghe membro sono 198, sparse in 53 Stati sui 5 Continenti. Oltre a ciò numerose delegazioni nazionali OIPA coprono l'intero pianeta.

Dal 1981 per l'OIPA il lavoro per la tutela dei diritti animali non ha mai avuto soste. Ricordiamo solo le principali iniziative […]

Leggi l’articolo alla pagina http://www.oipaitalia.com/oipa/notizie/30anni.html

 

http://www.oipaitalia.com/elementi%20bande/banda03.jpg

I DIRITTI DEGLI ANIMALI

LA VIA VERSO UN UMANESIMO ECOLOGICO

di Maria Di Palma, dottoressa in Filosofia

“L’attribuzione di diritti morali e giuridici agli animali può avvenire solo se l’uomo accetterà di intraprendere e di percorrere fino in fondo la via che porta a quello che viene definito umanesimo ecologico” (Luisella Battaglia, Alle origini dell’etica ambientale).
Il paradigma culturale sotteso allo sviluppo scientifico e tecnologico che ha caratterizzato la nascita della società moderna, a partire dalla seconda metà del XIX secolo, trae origine dalla concezione aristotelica  dell’uomo come animale razionale: individuata come peculiarità specifica che lo distingue da tutto il resto del vivente, la ragione ne ha giustificato il dominio esercitato sulla natura.
Se uno dei principali problemi dell’epoca in cui viviamo è l’inquinamento ambientale e la riduzione delle risorse del pianeta, una delle cause sta proprio in questa concezione della realtà che fino ad oggi ha guidato l’evoluzione dell’umanità. Le scoperte della scienza e della tecnica e l’attuale sistema economico hanno certamente apportato numerosi vantaggi rispetto ai secoli passati, ma la logica con cui procedono è all’origine della graduale devastazione del nostro ecosistema. […]

Leggi l’articolo alla pagina http://www.oipaitalia.com/dirittideglianimali.html

 

http://www.oipaitalia.com/elementi%20news/oipa-02.jpg

AIUTACI AD AIUTARLI, SOSTIENI L’OIPA

Trent’anni di battaglie insieme

Il 30 marzo l’OIPA ha compiuto 30 anni! Dal 1981 ad oggi siamo cresciuti con tutti voi che ci seguite e ci sostenete. Partecipare alle manifestazioni nazionali e internazionali, appoggiare le nostre campagne, firmare le petizioni ai tavoli informativi o protestare tramite gli appelli on-line, sono solo alcuni dei tanti piccoli gesti quotidiani compiuti da ognuno di voi che, insieme, fanno la forza. L’elenco dei successi ottenuti dall’OIPA potete visionarlo a questa pagina: http://www.oipaitalia.com/vittorieoipa.html

Petizione per una modifica della legge sulla vivisezione

8 settembre 2010: il Parlamento Europeo approva la nuova Direttiva Europea in materia di sperimentazione animale. La lobby dei vivisettori e delle industrie farmaceutiche ha avuto ancora la meglio. Via libera all’uso di animali in via di estinzione, alla cattura di scimmie allo stato selvatico e di cani e gatti randagi (in Italia è comunque vietato dalla Legge 281/91 sul randagismo), ad esperimenti che comportano alti e prolungati livelli di dolore, all’uso dello stesso animale per più ricerche, all’impiego degli animali per la didattica, nessun obbligo di utilizzo dei metodi sostitutivi e grande libertà nella creazione di animali transgenici. Gli Stati membri dell’Unione Europea avranno due anni di tempo per recepire la nuova Direttiva e trasformarla in Legge. È’ quindi ancora possibile lottare per cambiare la sorte di migliaia di animali. A questo scopo l’OIPA ha lanciato una petizione affinché il Parlamento Italiano inasprisca le norme che regolano gli esperimenti, non concedendo deroghe che di fatto rendono nulli i provvedimenti restrittivi.

http://www.oipaitalia.com/vivisezione/modificalegge.html

La crudeltà non è più di moda

L’era delle caverne è finita, eppure ogni inverno vediamo sfilare inserti in pelo: cappucci, colli, sciarpe, borse, guanti, cinture, persino portachiavi e porta cellulari. Ecco come gli stilisti ripropongono l’uso della pelliccia, che altro non è se non la pelle di un povero animale. Inserita in oggetti legati al quotidiano, viene di fatto “normalizzata”, allontanando sempre più l’attenzione del consumatore dal percorso tragico che l’ha prodotta. Milioni di animali costretti in piccole gabbie, al freddo, in condizioni igienico sanitarie inesistenti, Paura, violenza, sofferenza e morte: questa è la sola vita che conoscono in nome della moda. Finché questo massacro non avrà fine l’OIPA non si stancherà mai di dire BASTA!

http://www.oipaitalia.com/pellicce/moda.html

Interventi diretti dell’OIPA in tutta Italia

Più di 70 sono le provincie italiane dove troverete una sezione dell’OIPA Italia. Innumerevoli gli interventi di ognuna di loro in soccorso degli animali bisognosi e delle persone che le contattano per varie emergenze. Come  è accaduto durante l’alluvione che ha colpito le provincie di Padova e Vicenza nel novembre 2010, dove gli animali in difficoltà sono stati aiutati e sfamati dalla sezione OIPA di Treviso. Così come tantissimi sono gli animali domestici e di specie protetta salvati ogni giorno dalla sezione OIPA di Cosenza. E che i canili possano diventare dei luoghi di transizione anziché di detenzione lo dimostra il progetto Otello della sezione OIPA di Firenze, grazie al quale moltissimi cani del canile di Pontassieve hanno trovato una nuova famiglia. Ricordiamo infine l’importante servizio di prevenzione e repressione dei reati di maltrattamento nei confronti degli animali ad opera delle Guardie zoofile dell’OIPA che, in tutto il territorio italiano, svolgono una vigilanza costante per garantire il rispetto delle leggi in materia di tutela animale, dell’ambiente e del patrimonio naturale.

Tutto questo è merito di tutti voi che ci sostenete: trent’anni di battaglie insieme per dare voce a chi non ce l’ha! Grazie di cuore a tutti voi!

Sostieni l’OIPA alla pagina http://www.oipaitalia.com/oipa/iscriviti.html

 

TUTTI PER UN UNO CINQUE PER MILLE!

Grazie alla scorsa donazione all’OIPA del 5 per mille molti animali sono stati aiutati con le nostre campagne. Puoi farlo anche quest’anno, è facile e non ti costa nulla! E per noi è molto importante.

Il 5 per mille consente ai contribuenti di destinare una parte delle imposte dell’IRPEF a favore dell’OIPA Italia Onlus. La destinazione della quota del 5 per mille è complementare (cioè si aggiunge) all’opzione del più classico 8 per mille destinato allo Stato e alle confessioni religiose riconosciute. Puoi quindi assegnare sia l’otto per mille che il cinque per mille. I redditi sono quelli prodotti nel 2010 e dichiarati nel 2011.
I modelli sono: modello CUD 2011, modello 730 del 2011, modello UNICO persone fisiche 2011

Donare il 5 per mille all’OIPA è semplicissimo: devi apporre la tua firma nella casella “Sostegno delle organizzazioni non lucrative...” e indicare unicamente il codice fiscale dell’OIPA che è 97229260159

Info alla pagina http://www.oipaitalia.com/5xmille.html

 

http://www.oipaitalia.com/elementi%20news/oipa-sede.jpg

FESTA PER I 30 DELL’OIPA: “PORTE APERTE ALL’OIPA”!

Per festeggiare insieme questo importante compleanno, l’OIPA Italia Onlus organizza una serata “Porte aperte all’OIPA” presso la sede nazionale di Milano.

Alla festa sono invitati tutti i soci in regola con la quota associativa e tutti coloro che desidereranno iscriversi all’OIPA direttamente in sede.

A tutte le persone iscritte all’OIPA verranno offerti gratuitamente alcuni assaggi del seguente buffet vegan (privo di prodotti di origine animale), preparato dalla cuoca vegana, Valentina Rossi.

“Porte aperte all’OIPA”

Mercoledì 30 marzo 2011 - Dalle 18.00 alle 22.00

Info alla pagina http://www.oipaitalia.com/appuntamenti/porteaperte.html

 

 

Se non vuoi più ricevere la newsletter dell'OIPA manda una mail a info@oipaitalia.com con la richiesta di cancellazione dalla lista.

 

OIPA Italia Onlus

Organizzazione Internazionale Protezione Animali

ONG affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione dell'ONU

Associazione riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente

(DM del 1/8/2007 pubblicato sulla G.U. n. 196 del 24/8/2007)
via Passerini 18 - 20162 Milano - Tel. 02 6427882 Fax 02 99980650

info@oipaitalia.com - www.oipaitalia.com

 

 

Dona il 5 per mille all'OIPA!

Basta apporre la tua firma nella casella “Sostegno delle organizzazioni non lucrative...” e indicare unicamente il codice fiscale dell’OIPA che è 97229260159

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl