LA SICUREZZA STRADALE COME SISTEMA PER L'AUTOTRASPORTO MERCI

Allegati

18/ott/2005 07.17.01 Andrea Pietrarota Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



"La sicurezza stradale come sistema per l’autotrasporto merci"
Risultati di uno studio sull’incidentalità di settore

PRIMA PRESENTAZIONE
21 ottobre 2005 – ore 9:30
Fondazione Giorgio Cini - Isola di San Giorgio Maggiore (Venezia)


Il Comitato Centrale sui temi della sicurezza stradale ha promosso, finanziato e sostenuto diversi progetti convergenti su un obiettivo: “La sicurezza stradale come sistema”. Il Programma di azione ha attivato 11 progetti che hanno investito cinque aree di intervento: Sicurezza del Conducente; Sicurezza del Veicolo; Sicurezza come Contesto Aziendale; Ricerca e tecnologie di supporto; Formazione ed informazione.
Tutti i progetti puntano ad evidenziare il ruolo giocato dall’Istituzione nella “costruzione” del sistema sicurezza. Non è esclusa nessuna area o ambito di intervento e si stanno analizzando tutte le criticità per rendere l’autotrasporto merci un settore sicuro: dal settore normo-regolamentativo, alle attività di formazione ed addestramento, alla ricerca di tecnologie al servizio dell’autotrasporto, ampliando allo stesso tempo il concetto di promozione alla diffusione dei risultati degli studi realizzati e dei data-base disponibili.
Su questo filone di attività si inquadra la campagna di disseminazione dei risultati ottenuti dagli studi svolti sui temi della sicurezza.
Lo scopo della campagna è quello di:
·          fornire la dimensione del fenomeno degli incidenti relativi all’autotrasporto;
·          informare gli operatori del settore sui risultati ottenuti da tre progetti pilota riguardanti gli incidenti avvenuti in sede urbana, extraurbana e le misure adottate in Italia ed in Europa, riguardanti il trasporto di merci pericolose;
·          aprire una linea di comunicazione diretta con il territorio per diffondere tutti gli strumenti che possono essere di supporto ad una riduzione dell’incidentalità.
Tali obiettivi saranno perseguiti nel corso di sei seminari che porteranno la presenza del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Comitato Centrale dell’Albo degli Autotrasportatori nelle città di Venezia, Genova, Firenze, Ancona, Salerno e Palermo.
 
Programma del seminario di Venezia (21 ottobre p.v.)

ore 9,30            Registrazione partecipanti
 
Saluti di:
Autorità locali
Enrico Mingardi, Assessore alla Mobilità del Comune di Venezia
- Raffaele Maria de Lipsis, Presidente del Comitato Centrale Albo Autotrasportatori
 
Interventi di:
- Rocco Giordano, Responsabile Studi, Ricerche e Sicurezza del Comitato Centrale Albo Autotrasportatori
- Alberto Frondaroli, Direttore Centro Studi sui Sistemi di Trasporto
-
Paolo Sangiorgio, Dirigente del Dipartimento Trasporti Terrestri – Ufficio Controlli sull’Autotrasporto

 
ore 11,00 Coffee break
 
ore 11,30  Tavola Rotonda, moderatore: Andrea Costanzo, Presidente SOCITRAS (Società Italiana
di Traumatologia della Strada)
-       interventi previsti da parte di esponenti delle Associazioni di categoria
-       interventi da parte dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine: Comandante Direzione di Venezia dei Vigili Urbani Francesco Vergine, Comandante della Polizia Stradale della Sezione di Mesre-Venezia Ciro Pellone, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Venezia Paolo Abrate, Maggiore del Comando Generale della Guardia di Finanza del Veneto Bruno Grossi
 
ore 13,00  Conclusioni da parte di un rappresentante delle Commissioni Trasporti del Parlamento Italiano
 

Ufficio Stampa: Hill&Knowlton Gaia
Andrea Pietrarota, tel.: 06.441640327 cell.: 335.5640825 email: pietrarotaa@hkgaia.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl