AMBIENTE IN CLUB: CASSONETTI DI COLORI UGUALI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI TUTTI I COMUNI D'ITALIA

27/ott/2005 04.35.39 Andrea Pietrarota Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
AMBIENTE IN CLUB: CASSONETTI DI COLORI UGUALI PER LA RACCOLTA
DIFFERENZIATA DI TUTTI I COMUNI D'ITALIA

ECOMONDO 2005

AMBIENTE IN CLUB PROPONE DI UNIFORMARE I COLORI DEI CASSONETTI DELLA
RACCOLTA DIFFERENZIATA IN ITALIA

Si terrà oggi, giovedì 27 ottobre nel corso della Fiera Ecomondo a Rimini,
la conferenza indetta da Ambiente in Club, in cui sarà presentata la
proposta di unificazione dei colori dei cassonetti per la raccolta
differenziata. Parteciperanno, tra gli altri l’On. Paolo Russo, Presidente
della Commissione Bicamerale di inchiesta sul Ciclo dei Rifiuti, Giancarlo
Longhi, Direttore Generale del Conai, Marco Folgora, Assessore Ecologia e
Ambiente Provincia di Lecco, Antonio Bernardi, Assessore Cultura e
Urbanistica del Comune di Igea-Marina Bellaria e Daniele Baronio,
Presidente dell’Associazione Ambiente in Club. Moderatore il giornalista
Andrea Pietrarota.

Attualmente le isole ecologiche italiane non hanno un’univoca definizione
della colorazione dei raccoglitori per la Raccolta Differenziata. L’Unione
Europea ha deliberato una normativa per definire con i codici RAL la
colorazione delle strutture atte al corretto conferimento delle varie
classi merceologiche dei rifiuti.

Un colore per ogni categoria di rifiuto è dunque la proposta di Ambiente
in Club per rilanciare la Raccolta Differenziata ed il mercato dei
produttori di cassonetti.

Ambiente in Club è un club, un’associazione, un sito internet dove regna
la trasmissione e la divulgazione delle tematiche legate all’ambiente, in
un network dove, oltre ad uno scambio di opinioni tra addetti, tutti
possano esprimere e proporre il proprio “pensiero ambientale”.

Nella proposta di Ambiente in Club, le isole ecologiche “a colori”
dovranno avere una valenza nazionale, e in tal modo si possa rafforzare la
comunicazione sociale con un abbinamento che, negli obiettivi
dell’iniziativa, dovrebbe entrare nelle abitudini e conoscenza comune
della cittadinanza.

La conferenza intende anche cogliere l’occasione per aprire il dibattito
verso le idee e le proposte per la ripresa a 360° gradi della Raccolta
Differenziata e dell’importanza del ruolo della cittadinanza in questo
progetto.

Tra gli obiettivi dell’iniziativa figura la sottoscrizione di una
dichiarazione di intenti da parte dei soggetti coinvolti di ottemperarne
le prescrizioni.

Il forum attivo sul sito dell’Associazione Ambiente in Club raccoglierà le
opinioni e proposte dei vari associati che verranno presentate in apertura
del convegno.

I principi ed i fini della raccolta separata dei rifiuti sono oggi
conosciuta dalla maggioranza dei cittadini italiani.

Purtroppo non viene sempre praticata anche se dal 1997 ad oggi sono state
tante le informazioni trasmesse, le campagne di comunicazione realizzate e
gli investimenti economici fatti.

L’associazione Ambiente in Club ritiene che la strada percorsa debba
essere potenziata e continuamente stimolata affinché le percentuali di
raccolta differenziata in Italia continuino ad aumentare e il “gap” tra
nord e sud si colmi o perlomeno si riduca.

Tante possono essere le varie iniziative ancora da intraprendere e
Ambiente in Club, nel suo volere essere stimolo di idee e proposte a
livello nazionale, nel suo “sguardo continuo“ sull’ambiente, ritiene utile
agevolare sempre più il cittadino e fornirgli sempre un’opportunità (non
costrittiva) di agire correttamente e in maniera sostenibile.

Ecco una novità che lo “sguardo” di Ambiente in Club ha carpito:
ogni Regione, Provincia e Comune adotta colori diversi per i cassonetti
della raccolta differenziata;
non esiste una normativa che indichi codici di colore uguali (RAL) per
tutto il territorio nazionale.

Pensando che gli italiani sono un popolo di poeti e navigatori…. Se un
cittadino di Milano si trova a Roma e vuole separare i rifiuti troverà i
contenitori che abitualmente usa per quel rifiuto di colore diverso. Come
sostengono gli esperti, l’uomo acquisisce un comportamento incondizionato
nei suoi gesti e il colore ha quindi un parte importante (al riguardo
esiste una larga bibliografia di trattati e teorie di psicologia)…e allora
sono maturi i tempi per lanciare la proposta:
Colori uguali per rifiuti uguali in tutta Italia!


Ufficio Stampa Ambiente in Club
Andrea Pietrarota cell.: 347/8271841
www.ambienteinclub.org








blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl