FV - Regole Made in EU. Natalizia: Soddisfazione per il recepimento di parte delle nostre proposte ma rimangono criticità

Natalizia: Soddisfazione per il recepimento di parte delle nostre proposte ma rimangono criticità.

Persone Federico Brucciani, Alex Sorokin, GIFI-ANIE, Valerio Natalizia
Luoghi Europa, Milano
Organizzazioni ANIE/GIFI, Unione Europea
Argomenti diritto, politica, economia, impresa

13/lug/2011 13.01.45 GIFI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca qui
Comunicato stampa

logo GIFI

Regole per il riconoscimento dei componenti FV “made in EU”

GIFI - Natalizia: “Soddisfazione per il recepimento di parte delle nostre proposte ma rimangono criticità”

Milano 13 Luglio 2011 – ANIE/GIFI esprime apprezzamento per l’avvenuta pubblicazione delle regole applicative per il riconoscimento delle tariffe incentivanti previste dal IV Conto Energia.

ANIE/GIFI, nel mese di Giugno 2011, ha inoltrato al GSE e al MSE una serie di proposte, condivise con tutta la base associativa, per la definizione delle regole per il riconoscimento dei componenti “Made in EU”. “Siamo soddisfati – dichiara Valerio Natalizia, Presidente GIFI-ANIE – che una buona parte delle nostre proposte siano state recepite ma dobbiamo anche evidenziare la presenza di alcuni punti di criticità”.

Criticità che sono state analizzate in maniera approfondita durante l’Assemblea dei soci svoltasi il 12 Luglio a Milano nella sede ANIE/GIFI. Le imprese partecipanti alla riunione hanno condiviso la necessità di sottoporre al Ministero dello Sviluppo Economico e al GSE , riflessioni e proposte utili a rendere operativo ed efficace sin da subito il provvedimento.

“Evidenziamo – spiega Natalizia – la difficioltà legata al controllo della provenienza della materia prima per i moduli FV extra UE e l’incertezza legata alla transitorietà, stabilita fino al 30 giugno 2012, delle disposizioni. Rileviamo inoltre l’impossibilità per i produttori EU di moduli ed inverter di produrre da subito i certificati di ispezione di fabbrica e le etichette sui prodotti conformi alle indicazioni del GSE.

“Al fine di dare il tempo a tutti i produttori EU di adeguarsi alle nuove regole e non bloccare il mercato, al MSE e al GSE – continua Natalizia - abbiamo proposto la presentazione di una dichiarazione sostitutiva in attesa della certificazione richiesta e una deroga di qualche mese per la modifica sulle etichette dei prodotti. Per dare poi certezza alla filiera industriale e sbloccare gli investimenti abbiamo richiesto che le regole del regime definitivo siano rese note il prima possibile.”

L’Assemblea dei soci è stata anche l’occasione per eleggere Alex Sorokin come membro del Consiglio Direttivo in sostituzione del Consigliere dimessosi ad Aprile 2011 e per presentare le attività svolte dall’assoziazione nel primo semestre del 2011. Attività che hanno riscosso l’apprezzamento dei soci e che hanno portato 30 nuove aziende ad associarsi ed altre 5 in attesa di formalizzare l’iscrizione.

“Siamo contenti dei risultati finora ottenuti. Rappresentiamo oramai quasi 170 aziende e stiamo lavorando – conclude Natalizia – affinchè ANIE/GIFI consolidi ulteriormente la sua posizione di interlocutore principale dell’industria fotovoltaica italiana nei confronti delle istituzioni.”


Per informazioni: Federico Brucciani | 345 74 33 568 | comunicazione@gifi-fv.it
Se non vuoi più ricevere i nostri messaggi, clicca qui
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl