Stazione Elettrica Nera Montoro: messa in funzione a San Liberato

Stazione Elettrica Nera Montoro: messa in funzione a San Liberato.

Persone Flavio Cattaneo, San Liberato
Luoghi Umbria, Nera Montoro, provincia di Terni, fiume Nera
Argomenti elettricità, energia, economia

09/gen/2012 18.11.58 Phinet Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
  • Realizzata in 15 mesi con un investimento di circa 9 milioni di euro
  • Immette in rete l’energia prodotta dagli impianti Eon (idroelettrico) e Sondel (turbogas)
  • In Umbria Terna, AD Flavio Cattaneo, investe 83 milioni di euro per lo sviluppo della rete elettrica

Terna ha messo in servizio la nuova stazione elettrica a 150 kV di Nera Montoro, in Provincia di Terni. La struttura è stata realizzata nei tempi previsti: dall’apertura dei cantieri, nell’estate del 2010, alla conclusione dei lavori per la messa in funzione, sono passati 15 mesi. La stazione elettrica, per cui Terna ha previsto un investimento complessivo di oltre 8,6 milioni di euro, occupa una superficie di 6.300 metri quadrati, di cui un quinto di aree a verde, e consente di immettere sulla rete elettrica nazionale la potenza dell’omonima centrale di produzione idroelettrica Eon, ubicata sul Fiume Nera, e di quella a turbogas di Sondel. La stazione elettrica alimenta anche l’impianto industriale chimico Alcantara.

Il sistema di automazione per il comando e controllo a distanza della struttura, nonché i circuiti di potenza, sono stati realizzati secondo gli standard di qualità, affidabilità e sicurezza di esercizio previsti per gli impianti della rete di trasmissione nazionale di Terna. Alcuni componenti, inoltre, sono di tipo “Blindato con isolamento SF6”, una particolare accortezza tecnologica che ha consentito di ridurre notevolmente le dimensioni complessive della struttura.

A fine settembre Terna e la Regione Umbria hanno sottoscritto un Accordo di Programma per lo sviluppo della rete elettrica nella regione: 83 milioni di euro di investimento, benefici per cittadini e imprese con risparmi pari a 5 milioni di euro l’anno, maggior sicurezza, qualità ed efficienza per il sistema elettrico regionale e minori perdite di rete.

Fonte: Libero

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl