Pellet dal Canada

02/lug/2012 15.39.34 Spada Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’aumento esponenziale delle stufe e delle caldaie a pellet di legno installate nelle case italiane ha prodotto, negli ultimi anni, una crescita vertiginosa della domanda di questa biomassa. La produzione italiana di pellet non riesce a tenere il passo con il fabbisogno nazionale ed una aliquota importante di prodotto viene importata dall’estero da paesi come l’Austria e dai mercati emergenti dell’Est Europa. Ultimamente si importa pellet anche dalle Americhe. Si importa dal Brasile ma soprattutto dagli Stati Uniti e dal Canada uno dei produttori storici di biomassa legnosa.

Nella scorsa settimana è approdata nel porto commerciale di Gaeta la M/N Cielo di Monfalcone con un primo carico di 5 mila tonnellate di pellet di legno. La nave salpata dal porto di Vancouver, in Canada, dopo un viaggio di oltre diecimila miglia, è approdata, per la prima volta allo scalo pontino. Il pellet viene importato e distribuito direttamente da Intergroup, operatore leader dei porti di Roma e del Lazio che, dopo aver provveduto ad operazioni portuali, handling, magazzinaggio e confezionamento, lo commercializza distribuendolo presso i clienti finali in tutto il centro-sud Italia. Si tratta di pellet di legno molto pregiato che ha le massime certificazioni come quella che richiede test molto severi dell'ente austriaco EnPlus.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl