A Matera, punto su innovazione tecnologica, raccolta rifiuti e tariffe per i cittadini

05/giu/2019 10:14:36 Skema Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Cosa sta cambiando in Italia con i nuovi modelli di raccolta differenziata e porta a porta a ciclo sostenibile, l’impatto positivo delle nuove tecnologie e con il “paga per quanto” conferisci. Ne discute a Matera (12 giugno) il convegno nazionale: “Da sud a nord innovazione tecnologica e tariffazione puntuale”. Rossano Ercolini, presidente di Zero Waste Europe e vincitore del “Goldman Environmental Prize 2013”, presenta il libro: “Rifiuti Zero”

 

Matera, 5 giugno 2019 – Giornata di studio e confronto sui nuovi modelli tecnologicamente avanzati di raccolta e gestione del ciclo dei rifiuti. Adozione della tariffazione puntuale, utenti che pagano anche per ciò che conferiscono, stimolo dei comportamenti virtuosi di cittadini e imprese. I case history di successo italiani.


 

Sono questi i temi al centro del convegno nazionale in programma il 12 giugno a Matera (Ipogei di San Francesco – ore 9.30): dal titolo: “Da sud a nord innovazione tecnologica e tariffazione puntuale”. Manifestazione organizzata grazie all’impegno dell’azienda high-tech Lucana “Innova” e delle società “Consea” e “Softline”, nell’ambito della settimana dedicata alla sostenibilità Materia circolare. “Apriremo i lavori presentando ciò che le nostre tre imprese hanno appena realizzato. Una piattaformatecnologica, chiamata, “SINERGIKA”, in grado di gestire per tutta la filiera del servizio di raccolta rifiuti urbani, dalla organizzazione del servizio alla sua applicazione, fino alla riscossione della TARIP – spiega Andrea Di Pasquale, ad di “Innova” – Oggi in tutto il Paese esistono esperienze importanti che coniugano innovazione e grandi risultati sul piano della tutela ambientale, di un servizio efficace e in prospettiva con costi più bassi per amministrazioni locali, gestori e soprattutto utenti”.


 

E al meeting di Matera arrivano anche tre casi di scuola in grado di dimostrarlo. Marco Baccaglioni, direttore di “SECOVAL srl”, illustrerà l’esperienza della Comunità Montana Valle Sabbia (BS) e Savino Lattanzio, consigliere comunale delegato al miglioramento della raccolta differenziata del Comune diMassafra (TA). Mentre, Fiorenza Pascazio sindaco di Bitetto (BA) illustrerà numeri e cifre di quanto accaduto sul suo territorio, dimostrazione che anche nel meridione d’Italia tali modelli sono applicabili. 


 

Rossano Ercolini, presidente di “Zero Waste Europe”, vincitore del “Goldman Environmental Prize 2013”, unanimemente considerato l’equivalente del premio “Nobel” sui temi dell’ambiente, invece il compito di riflettere su come l’introduzione in Italia della tariffazione puntuale, possa essere un passo importante verso il traguardo dei “rifiuti” zero. Nel pomeriggio ancora spazio per Ercolini, con una presentazione e dibattito sul suo ultimo libro “Rifiuti Zero”, in libreria per i tipi “Baldini e Castoldi”.


 

L’evento è stato organizzato nell’ambito del ricco programma di “Imprese Possibili – Materia Circolare”, che rientra nelle attività del bando Open Future della “Fondazione Matera 2019” e Confindustria. Il programma della settimana è disponibile sul sito www.impresepossibili.it.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl