Siemens ed E.ON avviano l’impianto pilota per la cattura di CO2 nelle centrali a carbone presso la centrale elettrica Staudinger

Siemens ed E.ON avviano l'impianto pilota per la cattura di CO2 nelle centrali a carbone presso la centrale elettrica Staudinger Siemens ed E.ON danno il via all'impianto pilota per la cattura di CO2 nella centrale E.ON Staudinger a Grosskrotzenburg, nei pressi di Hanau.

13/ott/2009 16.05.50 CriRov Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Siemens ed E.ON danno il via all’impianto pilota per la cattura di CO2 nella centrale E.ON Staudinger a Grosskrotzenburg, nei pressi di Hanau. Prosegue, così, l’impegno delle due aziende nello sviluppo di un processo che consenta la generazione di energia eco-sostenibile da fonti fossili. Il processo, precedentemente testato in fase di laboratorio, sarà ora messo alla prova in condizioni operative reali presso la Unit 5 della centrale a carbone Staudinger, il cui gas di combustione sarà in parte utilizzato per alimentare l’impianto pilota. I piani di E.ON e Siemens prevedono di mantenere operativo l’impianto fino alla fine del 2010. I risultati raggiunti e le performance a livello operativo dell’impianto pilota saranno il punto di partenza per la sperimentazione in centrali di grandi dimensioni, la cui messa in funzione è prevista per la metà del prossimo decennio.

La richiesta di energia è in costante aumento e nel futuro non sarà possibile rispondere alle crescenti esigenze senza utilizzare combustibili fossili come carbone e gas naturali. “L’attuale sfida consiste nell’ottenere una riduzione consistente delle emissioni di CO2 associate alla combustione di materiali fossili ed è proprio in questo contesto che le tecnologie per la cattura e lo stoccaggio dell’anidride carbonica giocheranno un ruolo fondamentale”, spiega Michael Suess, CEO della Divisione Fossil Power Generation del Settore Energy di Siemens. “Queste tecnologie, attualmente operative in impianti pilota, devono necessariamente essere testate anche all’interno di centrali di grandi dimensioni, ulteriormente sviluppate e rese disponibili sul mercato. L’impianto pilota nella centrale Staudinger consentirà di compiere un passo decisivo in questa direzione”.

“Nell’ambito della salvaguardia ambientale, E.ON intende dare un contributo essenziale avviando, a partire dal 2020, la cattura e lo stoccaggio di CO2 su scala industriale nelle centrali a carbone. La messa in opera di questo impianto, grazie alla stretta collaborazione con Siemens, è quindi un importante passo in questa direzione”, afferma Bernhard Fischer, Membro del Managing Board di E.ON Energie e CTO dell’azienda. “Il processo di post-combustione ci permette di concentrare i nostri sforzi su una tecnologia per la cattura dell’anidride carbonica molto promettente e implementabile in centrali già esistenti”, prosegue Fischer.

Il progetto è stato promosso dal Ministero Federale dell’Economia tedesco, nell’ambito dell’iniziativa COORETEC, e rientra nel 5th Energy Research Program “Innovation and New Energy Technology”, sostenuto dal governo federale con l’obiettivo di promuovere la ricerca e lo sviluppo di tecnologie per centrali a bassa emissione di anidride carbonica.

Grazie al processo di post-combustione sviluppato da Siemens, speciali agenti di pulitura eliminano dai gas di combustione oltre il 90% di CO2. Questa tecnologia può essere sfruttata in combinazione con il noto e avanzato processo implementato all’interno delle centrali a vapore. Presso l’impianto pilota CCS, all’interno della centrale Staudinger, sono attualmente testate in condizioni operative reali la stabilità chimica degli agenti di pulitura sul lungo periodo e l’efficienza dei processi. Allo stesso tempo la tecnologia sarà ulteriormente ottimizzata sotto il profilo del consumo energetico. “Il processo che abbiamo sviluppato è caratterizzato, tra le altre cose, dall’ottima compatibilità ambientale, da consumi energetici relativamente bassi e da un margine ridotto di perdita degli agenti utilizzati”, spiega Suess.

La tecnologia per la cattura di CO2 dai gas di combustione delle centrali elettriche fa parte del portfolio ambientale di Siemens, che ha registrato un fatturato di circa 19 miliardi di euro nell’anno fiscale 2008 (circa un quarto del fatturato totale di Siemens), e grazie al quale l’azienda si posiziona come leader mondiale nella fornitura di tecnologia eco-sostenibile.
 

Per ulteriori informazioni:

Business Press
Silvia Sala, Barbara Caremi, Cristiana Rovelli, Matteo Bovio
siemens@bpress.it
tel + 39.02.72585.1
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl