EuroBio France 2009 conferma il dinamismo del settore delle biotecnologie

02/nov/2009 15.24.21 CITEF - Ufficio stampa di Ubifrance in Italia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
EuroBio, la Convention europea della comunità internazionale delle biotecnologie tenutosi a Lille a fine settembre 2009 (alterego delle edizioni statunitesi e giapponesi) ha riunito oltre 20 paesi, 5000 congressisti, 120 conferenzieri e 500 aziende e “cluster”.
Punto di collegamento tra ricerca e industria in tutti i settori tecnologici coinvolti dalle biotecnologie (salute, processi industriali ed agricoltura), EuroBio è stata un’occasione per fare il punto sulla situazione economica e scientifica di un settore di primaria importanza per il futuro dell’uomo e dell’ambiente che lo circonda.
 
La salute in particolare è il primo ambito di applicazione delle biotecnologie. In tale settore, la Francia si colloca in terza posizione a livello europeo, preceduta da Regno Unito e Germania con società di primaria importanza: Bio-Alliance, Nicox, ExonHit, Hybrigenics, ecc… Molte aziende straniere pioniere nelle biotecnologie quali Amgen, Genentech o Genzyme sono anche loro presenti in Francia e sono diventate delle vere società biofarmaceutiche, anticipando un’evoluzione che vede le biotecnologie protagoniste dei farmaci di domani.
Tra le aziende straniere più recentemente approdate in Francia vi è CellSeed, una start-up giapponese di biotecnologia specializzata nella terapia cellulare che ha deciso di installarsi a Lione. La sua scelta è stata dettata dalla qualità delle piattaforme di test clinici disponibili in Francia, dalla chiarezza del quadro normativo, dall’etica che vige in Francia nel rapporto con i pazienti e per la presenza di esperti nella regione.
 
Otto cluster scientifici ed industriali hanno nel loro core business le biotecnologie e la salute, favorendo in particolare le interazioni fra industriali e laboratori pubblici: Lyonbiopôle (Rodano-Alpi), Medicen (Ile-de-France), Alsace BioValley (Alsazia), Nutrition Santé Longévité (Nord-Pas-de-Calais), Atlantic Biothérapies (Paesi della Loira), Prod’Innov (Aquitania), EuroBioMed (Linguadoca-Rossiglione/Provenza-Alpi-Costa Azzurra), Cancer-Bio-Santé (Mezzogiorno-Pirenei). (Cartografia accessibile sul sito www.investinfrance.org). 
 
Il dinamismo della Francia si fonda anche sull’eccellenza della ricerca nel settore della salute. Il premio Nobel per la medicina 2008 è stato assegnato ai Professori Françoise Barré-Sinoussi e Luc Montagnier per i lavori realizzati presso l’Istituto Pasteur di Parigi, volti alla scoperta del retrovirus responsabile dell’AIDS. Al Genopolo di Evry, un campus dedicato alle biotecnologie, Jean Weissenbach, direttore del Genoscopio, ha messo a punto la prima cartografia del genoma umano ad alta risoluzione.
Oggi il dinamismo della ricerca francese è sostenuto dal dispositivo di credito d’imposta ricerca più incentivante d’Europa.
 
David Appia, Presidente dell’AFII, ha precisato: “La salute è una priorità nazionale per il nostro paese. I farmaci del futuro utilizzeranno sempre di più le biotecnologie. Fra i primi posti a livello europeo nel campo delle biotecnologie, la Francia vanta tutti i mezzi necessari per convincere le società di biotecnologie, per lo più delle PMI, ad effettuare la scelta di insediarsi nei suoi territori: 8 poli di competitività offrono eco-sistemi dinamici, sostenuti da un dispositivo di credito d’imposta-ricerca tra i primi d’Europa, in una dinamica di innovazione cui partecipano tutti i soggetti e i grandi industriali della farmacia. Il successo di Eurobio è stato la testimonianza di questa dinamica ”
 
 
 
 
 
 
 
L’Agenzia francese per gli investimenti internazionali (AFII) è l’agenzia nazionale che provvede a promuovere, prospettare ed accogliere gli investimenti internazionali. L’AFII facilita la realizzazione del vostro progetto in Francia ed è l’organismo economico di riferimento per l’attrattività e l’immagine della Francia. L’Agenzia dispone di una rete operativa livello internazionale, nazionale e territoriale. L’AFII  opera in stretta collaborazione con le agenzie regionali per lo sviluppo economico per offrire agli investitori internazionali servizi personalizzati.
 
 
Contatti:
 
AFII - Agenzia Francese per gli Investimenti Internazionali - Milano
Dr. Hervé Pottier  - Direttore
Via Cusani, 10 – 20121 Milano
Tel.  02 72 02 25 43
Fax  02 87 66 12  

Contatto stampa:
 
Agenzia Stampa CITEF di UBIFRANCE in Italia                      
Corso Magenta, 63 – 20123 Milano
Tel. 02 48 547 310 / Fax. 02 48 12 774
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl