Legno lamellare - rinasce la scuola materna

27/lug/2010 19.55.13 Promoplus Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il terremoto che ha profondamente ferito l’Abruzzo nel mese di aprile 2009 ha colpito anche Giuliano Teatino, un piccolo comune nel cuore d’Italia già segnato nella sua storia dalla catastrofe del 1843, quando gran parte del caseggiato del centro storico fu ingoiato dalla terra. Il terreno della parte orientale si era infatti abbassato di ben 200 metri facendo così scomparire i due terzi della case.
Con la stessa forza di allora, anche oggi, gli abitanti hanno saputo reagire con coraggio al sisma che ha scosso le loro vite e la nuova scuola materna costruita da Sistem Costruzioni ne è un piccolo ma significativo esempio.

Per quanto riguarda le caratteristiche dell’edificio va sottolineato che la struttura di elevazione è interamente in legno, realizzata utilizzando pannelli a strati incollati e incrociati BBS, mentre la struttura di copertura, progettata con un originale andamento curvo per meglio integrarsi con il paesaggio circostante, è realizzata mediante travi in legno lamellare curve.I lavori vengono affidati a Sistem Costruzioni il 23 giugno 2009 scegliendo il sistema “Natura” poiché il desiderio è quello di costruire un edificio moderno, ecocompatibile e ecosostenibile, dotato delle più moderne tecnologie sia a livello strutturale che impiantistico. La costruzione dell’edificio inizia il 6 agosto 2009  e la scuola viene inaugurata il 4 ottobre 2009: in soli 60 giorni l’Amministrazione Comunale e Sistem Costruzioni sono riusciti a regalare a tanti bambini un nuovo asilo consentendo l’inizio dell’attività didattica.

Particolare cura è stata rivolta da Sistem Costruzioni alla progettazione e realizzazione della stratigrafia delle pareti e del pacchetto di copertura utilizzando il sistema “Natura”. Le pareti portanti sono costituite da un’anima di spessore 110 mm in pannelli di legno a cinque starti incrociati ed incollati, realizzati in stabilimento utilizzando macchine a controllo numerico. Tutti i pannelli sono fissati alle fondazioni tramite appositi sistemi di fissaggio (viti, squadrette e hold down) appoggiandoli su un cordolo in larice lamellare e guarnizione in neoprene e sono vincolati tra loro da collegamenti duttili, così da rendere l’intera struttura sismicamente resistente.   

Ad ottobre, quindi, anche Giuliano Teatino, grazie all’impegno, forza di volontà e capacità di tutti coloro che hanno collaborato a questo progetto, ha potuto inaugurare un nuovo anno scolastico, proprio come il resto del nostro Paese che non ha vissuto la tragedia del sisma.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl