Barriere spartitraffico per la sicurezza stradale

Sin dal 2005 le barriere ABESCA (Associazione Barriere Elementi Sicurezza Cemento Armato) sono tutte testate con manichino antropomorfo strumentato che verifica, come nei test usati per le autovetture, la validità della protezione dell'uomo (misura bio-meccanica) Le barriere a muretto in calcestruzzo risultano oggi decisamente più affidabili e soprattutto più sicure, se comparate a quelle a nastri e paletti in acciaio (guard rail).

09/set/2010 17.58.28 Promoplus Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Tutti conosciamo le barriere spartitraffico, quelle comunemente note come New Jersey. Le troviamo su molte autostrade, su diverse tangenziali e strade statali, anche se spesso continuiamo a trovare i "vecchi" guard rail in metallo.

Come utenti della strada, probabilmente quello che dovrebbe interessarci di più sono le caratteristiche di sicurezza delle barriere stradali in new jersey rispetto ai guard rail.

I sistemi in acciaio riducono l'energia dell'urto con la deformazione dell'acciaio, mentre le barriere stradali in cemento controllano l’urto con la forma redirettiva e lo spostamento del manufatto.
In Italia, contrariamente a molti altri Paesi europei, assistiamo ad un massiccio impiego diguard rail in acciaio, purtroppo sempre più alti e pericolosi, pur essendo conformi alla normativa italiana.

L'anomalia italiana risiede nel fatto che anche le barriere rispondenti alle prescrizioni normative non offrono la stessa sicurezza potenziale, perché le norme, modificate più volte, impongono requisiti poco funzionali alla sicurezza o potenzialmente pericolosi, e perché spesso si progettano barriere per superare i test, e non per controllare gli esiti degli incidenti effettivi.

Dal 1 Gennaio 2011 le nuove normative per il settore faranno riferimento anche ad indicatori di tipo biomeccanico, per le prove di controllo, e non saranno più privilegiati gli effetti degli urti sui veicoli ma piuttosto sulle persone trasportate.

Sin dal 2005 le barriere ABESCA (Associazione Barriere Elementi Sicurezza Cemento Armato) sono tutte testate con manichino antropomorfo strumentato che verifica, come nei test usati per le autovetture, la validità della protezione dell’uomo (misura bio-meccanica)
Le barriere a muretto in calcestruzzo risultano oggi decisamente più affidabili e soprattutto più sicure, se comparate a quelle a nastri e paletti in acciaio (guard rail).
In caso di urto contro queste ultime, nei casi di impatto medio o leggero si possono verificare l'intrusione della lama nell'abitacolo o, per le barriere più alte, l'urto tra la lama della barriera e la testa dei trasportati su autovetture; nei casi di impatto più forte, come quello che vede coinvolti mezzi pesanti, si può verificare lo sradicamento dei paletti e quindi il cedimento della barriera.

I vantaggi delle barriere in calcestruzzo non si limitano al solo caso di urto: la loro sagoma e le loro ridotte dimensioni nella parte superiore favoriscono anche una migliore visibilità in curva, per l'autista in fase di sorpasso, rispetto ai guardrail in acciaio che sono sempre alti e larghi in sommità.

Inoltre, la scelta del calcestruzzo garantisce una maggiore durabilità nel tempo, basse esigenze di manutenzione sia ordinaria che post incidente, con indubbi vantaggi sul piano anche dei rischi di incidentalità legati alla presenza di cantieri di riparazione.

A questi vantaggi in termini di sicurezza possiamo aggiungere anche i minori costi di acquisto e di montaggio.

Usando le barriere in calcestruzzo, con la stessa spesa si protegge quasi il doppio dei chilometri di strada rispetto all'utilizzo di barriere in acciaio.

Infine un fattore decisivo a favore delle barriere in calcestruzzo riguarda la loro elevata sostenibilità ambientale in quanto interamente riciclabili e vestibili con colori e materiali locali.

Insomma: per la sicurezza stradale c'è molto che possono fare gli automobilisti, molto che può fare la polizia ma - come sicurezza passiva - una maggiore presenza di barriere in cemento armato è un fattore decisivo per salvare la vita di molte persone.  Il fatto che nel nostro paese ci sia ancora un'elevata presenza di guard rail in acciaio è un elemento di arretratezza che speriamo venga sempre più corretto.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl