Roma, derubava parenti dei defunti al cimitero

15/set/2010 20.26.27 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Cimitero di Prima Porta, Roma. Uomo, di 33 anni, si aggirava tra le tombe con i fiori in mano e sottraeva borsette oltre cha ad avere sulla fedina una serie di furti in appartamenti in affitti a Roma.
Il ladro di 33 anni sceglieva le vittime da derubare tra i parenti dei defunti, in visita al cimitero Flaminio a Roma. Dopo una serie di furti e di relative segnalazioni sono iniziate indagini serrate, con pedinamenti ed appostamenti, fino a che lunedì 6 Settembre 2010 gli agenti del Commissariato Vescovio hanno fermato G.S. di 33 anni.
Le ricerche dell’uomo hanno preso il via dalle numerose denunce presentate dai malcapitati di turno nel corso dell'ultimo mese. Le descrizioni che le vittime fornivano erano piuttosto dettagliate e coincidevano con quelle di un uomo che, con modi gentili e tenendo in mano un mazzo di fiori, si aggirava tra le tombe alla ricerca di un parente defunto, che in realtà si è scoperto inesistente. Quella della ricerca del parente defunto era solo un pretesto per individuare la vittima, alla quale si avvicinava e, approfittando di un momento di distrazione del “prescelto”, con estrema rapidità, sottraeva la borsa e si allontanava velocemente. Per allontanarsi dal cimitero utilizzava una Nissan Micra di colore verde, che da accertamenti fatti in seguito risultava per di più rubata. Una volta individuato il soggetto le forze dell’ordine hanno svolto ricerche e controlli notando che sulla testa di costui pendeva una fedina penale fatti di furti in appartamenti. Infatti nella sua casa gli agenti hanno reperito e sequestrato numerosi oggetti tra cui cellulari, denaro in contanti, ricevute di versamento di denaro sul suo conto corrente, e numerosi altri oggetti di vario genere.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl