UrbanPromo 2010 in laguna, ritorna la fiera del marketing urbano

27/ott/2010 11.35.16 HouseCompany Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A Venezia dal 27 al 30 ottobre 2010 si svolgerà la settima edizione di UrbanPromo, l’evento marketing urbano e territoriale promosso da Urbit e dall’Istituto Nazionale di Urbanistica. Nuova sede per l’evento datato 2010, per la prima volta la manifestazione sarà allestita nelle sale della Fondazione Giorgio Cini sull’Isola di San Giorgio Maggiore, con ampi spazi per l’esposizione e i convegni, direttamente affacciati sul bacino di San Marco.
In calendario numerosi gli appuntamenti che si svolgeranno nelle splendide sale della Fondazione. Rimane il “doppio binario” della mostra e del programma dei convegni, arricchiti dalle presenze delle amministrazioni pubbliche, delle imprese, dei progettisti e delle università. Uno degli obiettivi di UrbanPromo, infatti, è da sempre quello di contribuire a “fare sistema”, rinvigorire il partenariato pubblico e privato. L’edizione di quest’anno non farà eccezione cercando di raggiungere gli obiettivi che hanno portato la manifestazione al successo: rappresentare le esperienze esemplari e promuovere le innovazioni nel governo del territorio, rilanciando gli investimenti nelle città e nelle infrastrutture, oltre a sviluppare l’integrazione di competenze e di saperi.
Tra le cento e più partecipazioni di quest’anno sono state invitate personalità provenienti dai Ministeri dell’Ambiente, dei Beni Culturali, dello Sviluppo Economico e delle Infrastrutture. Numerosi Comuni, tra cui Roma, Venezia, Genova e Reggio Calabria parteciperanno alle iniziative, portando il proprio contributo ed esperienza pratica. Dell’Ance, della Confcommercio e dell’Agenzia del Territorio molti i rappresentanti, per mostrare l’impegno e la crescita delle strutture. Novità di quest’anno è inoltre la presenza di una capitale straniera, la nordirlandese Belfast, ospite con le sue recenti realizzazioni e le sue scelte politiche future, all’avanguardia in questo settore.
Fitto il programma dei convegni, distribuiti nelle nove sale della Fondazione Cini. Si segnalano, in particolare, nella giornata di mercoledì 27 Architettura e tecnologia: innovazioni per la promozione turistica di un territorio di eccellenza, organizzato dalla Regione Emilia Romagna, dai Comuni di Modena e di Maranello e dalla Galleria e dal Museo Ferrari: il tema è quello dell’attrattività di un territorio attraverso il connubio tra architettura e tecnologia, e il ruolo giocato in questo contesto dalla pianificazione. Sempre mercoledì 27 – Sala del Soffitto, 14.30 – 16.30 – verrà presentato dall’Istituto Nazionale di Urbanistica il Libro Bianco sulla ricostruzione de L’Aquila, frutto di un lungo lavoro dell’Inu -Istituto Nazionale Urbanistica – sul territorio, assieme a esperti e amministratori, da mettere a disposizione delle autorità locali. Giovedì 28 la Cassa Depositi e Prestiti Investimenti Sgr affronterà il tema degli investimenti nell’edilizia sociale e dei fondi immobiliari locali durante la conferenza mattutina La condizione del mercato immobiliare: risparmio, investimenti e valorizzazioni, mentre venerdì 29 il Ministero dello Sviluppo Economico coordinerà il convegno I progetti infrastrutturali prioritari per il Mezzogiorno: sviluppo delle reti ed efficienza dei servizi, a cui parteciperanno il Ministro degli Affari Regionali Raffaele Fitto e l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti.
In programma anche la premiazione dei concorsi Premio Urbanistica - indetto dalla rivista scientifica dell’Inu – e Energia sostenibile nelle città – in partnership con il Ministero dell’Ambiente. Verranno premiati entrambi mercoledì 27 settembre, nelle sale della Fondazione Giorgio Cini.
Il Premio Urbanistica, giunto alla sua quarta edizione, seleziona tramite referendum i progetti preferiti dai visitatori di UrbanPromo dell’anno precedente. Le sezioni premiate sono tre: Qualità delle infrastrutture e degli spazi pubblici, Equilibrio degli interessi e Inserimento nel contesto urbano. Per la prima categoria quattro i vincitori: il Comune di Positano con il progetto legato alla riqualificazione dei parcheggi cittadini di interscambio, con la messa a disposizione di mezzi alternativi all’auto, ad esempio pulmini; il Comune di Torino con il progetto della seconda linea della metropolitana; i Comuni di Spoleto e di Todi, autori di due programmi urbani complessi della regione Umbria. Per la categoria equilibrio degli interessi, sempre quattro i vincitori: la regione Basilicata, con il piano di sviluppo, attraverso opere di arte contemporanea, del versante lucano del Parco del Pollino, in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e dello Sviluppo Economico; il Comune di Sant’Agata di Militello, in provincia di Messina, con il progetto di valorizzazione della regione dei Nebrodi; la regione Basilicata verrà premiata anche per il lavoro effettuato nel bacino idrografico del fiume Noce; il Comune di Montoro Superiore, in provincia di Avellino, ultimo premiato, vedrà valorizzato il progetto del polo scolastico comunale, grazie all’utilizzo delle attuali tecniche per il risparmio energetico e il rispetto delle norme antisismiche. L’ultima sezione da premiare, Inserimento nel contesto urbano, vede tre progetti sul podio: la regione Piemonte, per lo sviluppo delle attività commerciali sul territorio; il comune di Benevento che mira a potenziare gli scambi di collegamento tra Tirreno-Adriatico nel Mezzogiorno; il comune di Scarfati, provincia di Salerno, per il suo progetto di riqualificazione del contesto coerentemente con il piano sostenibile ambientale, storico e paesistico.
Il Premio Sostenibile nelle città a cui partecipano enti pubblici e privati, vede premiati progetti che si sono distinti nell’elaborazione di piani e progetti urbanistici attenti alle problematiche energetiche e alla sostenibilità dello sviluppo. Durante la manifestazione UrbanPromo verranno premiati i progetti più meritevoli tra quelli presenti alla mostra.
Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, è confermato inoltre Urban PromoGiovani, aperto a tutti i laboratori e corsi universitari delle Facoltà Italiane di Architettura ed Ingegneria. Sarà premiato, inoltre, il miglior piano regolatore generale delle Città del vino.

ANTICIPAZIONI DEI CURATORI – House Living and Business ha raggiunto Daniela Mello, organizzatrice di UbanPromo Giovani, per farsi raccontare le novità 2010 del concorso studenti presente alla manifestazione. «Quest’anno le novità sono tre, tutte molto importanti. Innanzitutto ci saranno in mostra 15 pannelli, cinque in più rispetto all’anno scorso. Questo perché la richiesta di partecipazione è stata ottima e la nuova sede di UrbanPromo permette di avere più spazio per esporre, per coinvolgere anche un numero maggiore di ragazzi. Si sono presentate 41 scuole e laboratori universitari per la preiscrizione, poi all’effettivo si sono confermati in 20. Abbiamo istituito anche un premio speciale, oltre ai tre premi ordinari per i primi classificati, per dare visibilità al progetto più apprezzato dalla giuria, composta da quattro docenti di urbanistica, tre europei e un americano - Nico Calavita (San Diego State University, CA, USA), Christer Bengs (University of Uppsala, SW), Alona Martinez Perez (University of Ulster, IR), Adam Oakley (Urban designer, Edinburgo). La terza ed ultima novità riguarda il workshop legato al concorso, che si terrà la mattina di sabato 30 ottobre. Il tema è quello del progetto urbano e chiede l’intervento di tutti gli studenti e docenti che hanno partecipato al concorso. Sarà un incontro importante anche perché vedrà la partecipazione di una delegazione da Belstaf, paese invitato a confrontarsi con il nostro e dare vita ad un dibattito articolato e interessante. Ci piacerebbe che i ragazzi intervenissero numerosi in questo seminario, per dare voce ai propri progetti e interessi, ma anche alle metodologie di insegnamento delle varie università, per mettere a confronto le diverse esperienze. Per quanto riguarda i vincitori, abbiamo solo i nomi dei 15 progetti selezionati, i nomi dei gruppi sono tenuti anonimi fino all’ultimo, per non influenzare il voto. Il premio previsto per i vincitori è un buono in denaro da spendere per l’acquisto di libri e la pubblicazione su riviste di settore».
Per quanto riguarda il premio dell’Energia delle città ne abbiamo parlato con Antonio Lumicisi del Ministero dell’Ambiente. «Non posso anticiparle nulla di questa terza edizione perché la commissione formata dall’INU e dal Ministero non si è ancora riunita e non abbiamo ancora deciso. Ci sono 15 progetti da analizzare, nei prossimi giorni darò al mia valutazione e a Venezia sapremo i vincitori, un po’ di suspance ci vuole sempre».
Pierluigi Properzio, vice presidente dell’INU, racconta al nostro webzine il progetto di ricostruzione de L’Aquila a seguito del terremoto del 2009. «UrbanPromo è l’occasione per dare visibilità al lavoro svolto durante i workshop per l’Aquila. Non vogliamo sostituirci alle cariche istituzionali già predisposte, ma creare una rete che metta in comunicazione le varie azioni che si stanno compiendo. Manca la comunicazione tra i settori, noi vogliamo portare a galla i problemi e sottoporli al centro direzionale. Cerchiamo di aiutare le istituzioni per evidenziare meglio i problemi. Il Libro Bianco è la sintesi del lavoro svolto durante i workshop, verranno presi alcuni spunti di riflessione e sottoposti ad analisi da parte di professionisti, studenti e operatori del settore (amministratori, dipendenti pubblici).
Subito dopo l’UrbanPromo, fine ottobre metà dicembre, verranno istituiti dei gruppi di lavoro, li abbiamo chiamati Atelier, che si svolgeranno a L’Aquila, sul nostro sito ci sarà il bando sul sito per la partecipazione. Saranno gruppi di 8-10 persone e i locali sono già predisposti per svolgere l’attività. A seguito degli Atelier verrà istituito un Urban Center per discutere delle questioni emerse con un pubblico più ampio. I coordinatori, di grandi livello e provenienti da ambienti diversi, sono già stati selezionati, per farle alcuni nomi: Marco Romano, Giorgio Vicinato, Carlo Gasparrini, che hanno dato una disponibilità totale al lavoro di squadra, solo con un rimborso spese. L’Istituto ha finanziato tutto il progetto, non c’è un capitale che arriva dal Ministero, siamo noi che ci siamo messi in gioco e abbiamo creduto in questo progetto, al massimo poi, a progetto finito, si potrebbe chiedere un contributo per diffondere o migliorare la prestazione. Ma questa è la filosofia dell’Istituto. Questa volta l’impegno è stato molto forte, anche perché io sono aquilano e spero di far un buon lavoro.

Milano, 26 ottobre 2010
Arianna Bassi
HOUSE, LIVING AND BUSINESS

http://www.immobilia-re.eu/urabanpromo-2010-in-laguna-ritorna-la-fiera-del-marketing-urbano/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl