Poli Distillerie presenta Barili di Sauternes: la Grappa che profuma di rugiada

Allegati

18/mag/2011 09.58.25 alberta fabrello Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nasce Barili di Sauternes, la grappa in cui la tradizione e l’esperienza di Poli Distillerie si fondono con il profumo dei vitigni cresciuti nei terreni a sud est di Bordeaux (Francia). La new entry va a completare la linea “Poli & Friends” già composta da Barili di Rhum, Barili di Sherry PX, Barili di Porto, e Barili di Torcolato.

Barili di Sauternes viene distillata con l’antico alambicco in rame di proprietà della famiglia Poli da generazioni, costituito da caldaiette a vapore a ciclo discontinuo. Si tratta di un processo di distillazione interamente artigianale, che produce un una grappa che si eleva per due anni nei barili di rovere in cui è stato precedentemente conservato il vino Sauternes.

Barili di Sauternes è un successo che non nasce dal caso. Come molte specialità Poli Distillerie anche la nuova grappa è infatti portatrice di esperienze vissute in prima persona da Jacopo Poli, che esprime l’amore per il proprio lavoro attraverso la creazione di prodotti unici.

La degustazione delle nuova Barili di Sauternes rivela aromi di frutta matura, miele di acacia e biscotteria, accompagnati da una nota armonica di legno. È la provenienza dei barili in cui la grappa si eleva a conferirle la dolcezza tipica del Premier Crus Sauternes. Sono infatti i fiumi che delimitano questa terra a rendere speciali i suoi acini, perché l’umidità del mattino porta alla formazione della Botrys Cinerea, una muffa nobile che fa evaporare parte dell’acqua lasciando spazio alla componente zuccherina. La produzione del vino Sauternes richiede grandi quantità di materia e molta esperienza per un risultato eccellente, una raffinatezza per palati sopraffini.

E’ lo stesso Jacopo Poli a raccontare l’origine di questo pregiato connubio di gusto: “Ho visitato molte volte la zona di Sauternes, ma il viaggio che mi ha condotto in quella terra florida nel 2009 si è rivelato davvero speciale. Sono arrivato a notte fonda, ho dormito nel mio camper parcheggiato nei giardini di Chateau Rieussec, di proprietà della famiglia Rotschild. Mi sono svegliato all’alba ad ammirare il castello completamente ricoperto d’edera brillare di rugiada: una meraviglia per gli occhi ma soprattutto un profumo indimenticabile. Ho così suonato il campanello presentandomi ad una signora d’altri tempi. Le ho spiegato che mi sarebbe piaciuto portare a casa una loro barrique usata per farci affinare una mia Grappa. Dopo lo stupore iniziale la signora ha chiamato l’enologo che mi ha accompagnato personalmente in cantina per la scelta della botte: la caricai immediatamente sul camper. Giusto il tempo di una foto e poi via, 1130 km senza soste fino a Schiavon. Il risultato fu straordinario, richiamai la signora e dopo qualche settimana mi arrivarono altre cinquanta barrique”.

Si consiglia di servire il distillato nel classico bicchiere a tulipano, alla temperatura di 18/20° C, per assaporare pienamente il gusto rotondo, complesso e ampio della nuova Barili di Sauternes.

 

Alberta Fabrello - ufficio stampa Poli Distillerie e Poli Museo della Grappa

Clorofilla Srl
Corso Palladio, 51
36100 Vicenza, Italy
+39 0444 235553
+39 0444 525850



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl