Edilizia e risparmio energetico: imprese più veloci delle istituzioni

06/lug/2011 10.54.15 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Le soluzioni edili che presentano, come uno dei principali obiettivi, quello dell’alta efficienza a livello energetico, sono senza alcun dubbio tra le maggiormente valutate in questo periodo particolarmente caratterizzato dalla crisi e dalla conseguente ricerca di un consumo sostenibile. In tale settore le imprese si mostrano assolutamente più veloci a confronto delle scelte di carattere politico. Esse si dimostrano maggiormente reattive rispetto alle istituzioni nel tentativo di trascinare al di fuori della crisi l’intero settore delle costruzioni edilizie, facendo affidamento appunto su di un ulteriore risparmio energetico. L’incontro inerente il tour “Edifici a energia quasi zero” promosso dall’Ance ha riscontrato un enorme successo e durante la quinta tappa, che ha contato ben oltre 300 partecipanti, si è approfondita la conoscenza inerente la normativa vigente per quel che concerne le prestazioni energetiche riguardanti gli edifici. Una serie di strategie, anche a livello regionale, dovranno essere attivate da tutti i paesi membri in risposta alla norma comunitaria. In ogni comune si prevede la presenza di un “progetto pilota” in grado di accompagnare la ristrutturazione che concerne edifici pubblici oltre agli interventi che interessano la riqualificazione energetica. Due ulteriori disegni di legge sono al momento in fase di discussione, il primo riguardante la valutazione ambientale strategica e il secondo inerente le norme per il recupero dei materiali edili. Per ulteriori informazioni: costruzioni sala bolognese

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl