Risparmio energetico: proroga di tre anni

Nel maxiemendamento al Decreto sviluppo si prevede la proroga per altri tre anni fino al 2014 del bonus fiscale per il risparmio energetico, ma con regole meno generose di quelle applicabili alle spese sostenute entro il 31 dicembre di quest'anno.

09/nov/2011 22.42.30 ImpresediFiducia.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nel maxiemendamento al Decreto sviluppo si prevede la proroga per altri tre anni fino al 2014 del bonus fiscale per il risparmio energetico, ma con regole meno generose di quelle applicabili alle spese sostenute entro il 31 dicembre di quest’anno. Infatti sono previste riduzioni di bonus per i vari tipi di intervento, in modo specifico: lo sconto fiscale scende dal 55% al 41% per la sostituzione delle finestre e l’installazione delle caldaie a condensazione piccole; al 52% per le coibentazioni, pannelli solari per l’acqua calda, pompe di calore, caldaie a condensazione di potenza maggiore o uguale a 35Kw. Inoltre si prevedono dei massimali di costi, in modo specifico: nel caso delle finestre il bonus massimo scende da 60 mila a 40 mila euro, con un limite di spesa di 450 euro per mq. : detta riduzione è inoltre concessa se abbinata alla realizzazione di sistemi di termoregolazione per singolo alloggio.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl