La crisi promuove ristrutturazione ed risparmio energetico

09/gen/2012 10.49.17 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La crisi presenta di giorno in giorno un conto sempre più salato e il settore delle costruzioni, così duramente provato da anni di disattenzioni, è forse uno dei comparti che più di ogni altro si presenta a rischio di sopravvivenza. Come ovvio non si lascia nulla di intentato e si fa il possibile per venire in contro alle esigenze di una domanda sempre più limitata ma che presenta idee ben precise sul modo e la qualità di abitare. Certamente non è solo colpa della crisi, anche la burocrazia ed una politica presente solo a parole hanno dato un supporto notevole alla attuale condizione in cui riversa il mercato degli immobile. Da non dimenticare poi le errate previsioni degli ultimi decenni che hanno spinto alla costruzione senza i necessari riguardi per l’ambiente e che hanno preventiva un ben più ampio movimento sul fronte della compravendita rispetto a quello che poi si è venuto in realtà a concretizzare. Ad oggi, con la lunga lista di cambiamenti psicologici che la parte compratrice presenta, la soluzione ideale è quella di abbandonare l’idea delle nuove costruzioni, si rende anzi maggiormente apprezzato il trend dell’eco-compatibilità associato alla ristrutturazione dell’usato. La fotografia di questo nuovo panorama nel campo immobiliare e delle costruzioni è stata scattata dalle recentissime indagini di settore che hanno inoltre confermato come l’attenzione dei compratori si manifesti sempre più a riguardo del risparmio energetico e dall’utilizzo di materiali naturali. Per maggiori informazioni: costruzioni san giovanni in persiceto

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl