La gestione di terrazzi pericolanti

23/mar/2014 03.47.41 ange Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A guardare le foto, pare impossibile che l’androne e le chiostrine interne, di questo stabile del ‘700, fossero in un tale stato di degrado e di abbandono; eppure ci troviamo in pieno centro storico, a due passi da piazza di Spagna. Possedere una casa nel cuore di Roma è il sogno di molti di noi e probabilmente gli appartamenti all’interno dell’immobile saranno ben curati, tuttavia una carenza piuttosto diffusa di noi romani, e forse più genericamente di noi italiani, è quella di tenere in poco conto il “ bene comune”, in questo caso le parti condominiali, che invece rappresentano il “biglietto da visita” dell’abitazione.
Al riguardo proponiamo la relazione tecnica dell’arch. Bruno Ceci , che dopo aver analizzato le caratteristiche generali del fabbricato e lo stato di degrado dell’androne e delle chiostrine interne, che si intendeva ristrutturare, ne ha progettato il rifacimento, tenendo conto che bisognava salvare l’esistente adeguandolo ad un edificio del ‘700. In tale sede sorvoliamo di enunciare la descrizione dettagliata delle opere da eseguirsi, mentre proponiamo gli eventuali suggerimenti ed i disegni chiarificatori della riqualificazione proposta con l’intento di trasformare l’androne in una sorta di piccola galleria, dove sono presenti vetrine e negozi. che da via Due Macelli conduce fino all’interno dell’edificio.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl