Casa Domotica “sotto esame”

Casa Domotica "sotto esame" I consumi energetici dell'abitazione costruita da Area Group Immobiliare in collaborazione con Vividomotica a confronto con quelli di una villa gemella servita dal gas metano e senza impianti domotici.

13/ott/2009 11.08.36 Layout Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

I consumi energetici dell'abitazione costruita da Area Group Immobiliare in collaborazione con Vividomotica a confronto con quelli di una villa gemella servita dal gas metano e senza impianti domotici.

A poche settimane dall'inaugurazione Casa Domotica è protagonista di un progetto che prevede di comparare i suoi consumi energetici con quelli di un'abitazione sorella. Quest'ultima non è dotata di impianti domotici, pannelli fotovoltaici, solare-termico, ma è costruita secondo schemi tradizionali ed è e servita dal gas metano.

Si tratta di un'iniziativa ambiziosa quella curata da Vividomotica, che ha l'obiettivo di mostrare come l'impiego di tecnologie innovative siano decisive per ottenere risparmio di denaro, risorse naturali e tempo dedicato alle routine domestiche.

“Entrambe le villette fanno parte del complesso residenziale “Il Podere” di Pieve di Campi nel comune di Albareto (PR) – spiega Daniele Leonardi, responsabile marketing di Vividomotica – Una è stabilmente occupata da una famiglia di quattro persone, Casa Domotica, invece, ospita gli uffici di Area Group Immobiliare, l'impresa bergamasca che ha costruito tutto il complesso.

“Per poter effettuare la comparazione simuleremo in Casa Domotica gli stessi consumi dell'altra, sfruttando le potenzialità dei moderni impianti elettrici – prosegue Leonardi – L'illuminazione, ad esempio, sarà programmata in base a diversi momenti della giornata e alle stagioni. Alla sera e in particolare in inverno l'esigenza di accendere la luce è maggiore. Allo stesso modo anche il riscaldamento e gli altri consumi energetici, come l'accensione del forno, saranno gestiti dalla domotica”.

Le variabili prese in considerazione nelle rilevazioni comprendono parametri quali: il confronto delle bollette, solo l'elettricità per Casa Domotica, elettricità e gas per l'altra; il computo dell'energia prodotta dall'impianto fotovoltaico in Conto Energia, un elemento questo fondamentale per verificare l'ammortamento dell'impianto fotovoltaico.
Saranno inoltre registrate le condizioni climatiche locali da una apposita stazione meteo, eventi di rilievo, come guasti, rischi scongiurati e statistiche del prezzo del petrolio.

Tra le informazioni prese in considerazione c'è anche il differenziale di spesa fra l'installazione di un impianto di riscaldamento elettrico, che in Casa Domotica è in parte alimentato dai pannelli fotovoltaici, e uno tradizionale, cioè servito dal gas metano; la differenza fra il costo di un impianto elettrico e di uno domotico a parità di dotazioni e il confronto delle temperature interne degli ambienti più abitati delle due villette.

Per sapere se Casa Domotica “supererà l'esame” serviranno alcuni mesi, le misurazioni, infatti, sono molto complesse e richiedono un buon arco temporale.

Per visitare Casa Domotica oppure per avere maggiori informazioni sui prodotti offerti da Vividomotica, fra cui sistemi di sicurezza videosorveglianza e building automation, visita il sito www.vividomotica.it

Contatti:
Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati
E-mail: bonati@layoutweb.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl