COMUNICATO STAMPA - Raccolta firme referendum abrogativo Legge Ronchi - "Dacci oggi la nostra acqua quotidiana" di Luis Infanti della Mora

Allegati

18/giu/2010 15.25.54 monica martinelli EMI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA EMI
 
Dopo Giù le mani dall’Acqua di Alex Zanotelli EMI pubblica Dacci oggi la nostra acqua quotidiana, la lettera pastorale del vescovo Luis Infanti della Mora che ci porta al di là dei confini nazionali e mostra come la questione dell’acqua pubblica si intrecci facilmente con le grandi transazioni economiche mondiali.

 

 

 

Dacci oggi la nostra acqua quotidiana

Un vescovo in Patagonia a difesa del Creato

 

di

 

Luis Infanti della Mora

 

 

Acque pure e cristalline, ghiacciai e cascate, fiumi maestosi e foreste ricche di biodiversità... Sono le meraviglie naturali della Patagonia cilena. Proprio là, un vescovo in viaggio si ferma in una stazione di servizio e si rende conto che un litro d'acqua minerale è più caro di un litro di benzina.

 

“.. la mia auto aveva sete. Soddisfare la sua sete mi è costato 850 pesos per ogni litro di benzina. Poi anche io ho avuto sete. Ogni litro d’acqua m’è costato 900 pesos.”

 

Si apre con questa riflessione la lettera pastorale di Luis Infanti della Mora, vescovo di Aysén in Cile, un luogo ricchissimo di fonti idriche e dove si potrebbe bere, gratuitamente,  l’acqua più pura del pianeta. Luis Infanti indaga insieme ai suoi fedeli e consulta gli esperti del settore. L’acqua si intreccia a questioni sociali, etiche, politiche, religiose e culturali molto forti ma intorno alle falde idriche della Patagonia si sono formati interessi economici enormi.

 

Esiste un progetto di megadighe idroelettriche al quale partecipa anche l'italiana Enel ed è iniziata già la vendita dei ghiacciai alle multinazionali dell'acqua in bottiglia. Ma chi ne beneficerà alla fine? Certamente non i patagoni e la loro straordinaria regione, riserva di vita per il pianeta. Questo è un problema che riguarda ogni paese, sostiene l'Autore: fino a che punto è lecito trasformare il Creato in mercato?

 

Una lettera aperta dedicata a tutte le comunità che esorta all’unione e all’azione comune a tutela dell’acqua e impegnata su tutti i fronti, da quello dell'analisi e della denuncia a quello teologico e spirituale.

Perché il tempo presente richiede una comprensione rinnovata del nostro stare nel Creato.

 

 

« Faccio un appello a tutti i responsabili del nostro pianeta affinché proteggano e conservino la natura creata da Dio: non possiamo permettere che il nostro mondo sia una terra sempre più degradata e degradante»

 

Giovanni Paolo II, Punta Arenas, 4 aprile 1987

 

 

 

Titolo: Dacci oggi la nostra acqua quotidiana

Autore: Luis Infanti della  Mora

pagg: 160

euro: 10,00


 

 

 


INDICE DELL’OPERA


 

 

 

Introduzione.

a) I destinatari di questa Lettera pastorale

b) Le parti di questa Lettera pastorale 

 

I. VEDERE

 

A. Al ritmo delle sfide di oggi

1. L’instabilità

1.1. Nel lavoro

1.2. Nella società

1.3. Nella famiglia

1.4. La secolarizzazione

2. La globalizzazione

3. La disuguaglianza nell’accesso al potere

3.1. Potere economico

3.1.1. Crescita economica: dove va?

3.1.2. Privatizzazioni e monopoli

3.2. Potere politico

3.3. Potere giuridico

4. La crisi ecologica

B. Acqua, come stai? Come ti trattiamo?

1. Acqua, fonte di vita

2. Usi dell’acqua

2.1. Consumo umano

2.2. Irrigazione

2.3. Energia

2.4. Altri usi

3. Mutamento climatico

4. Sviluppo sostenibile

4.1. A livello ambientale

4.2. A livello sociale

4.3. A livello economico

4.4. A livello politico

C. L’acqua in Cile

1. La disponibilità

2. L’uso

2.1. Uso consuntivo

2.2. Uso non consuntivo

3. La proprietà e la legge

4. La gestione

5. Sfide

D. La danza degli eurodollari

1. Acqua imbottigliata

2. Idroelettricità

2.1. HidroAysén

2.2. Xstrata Copper

2.3. Riflessioni morali

3. Trasporto di energia

E. Energia e sviluppo

1. Energie di morte

2. Energie di vita

 

II. GIUDICARE

 

A. L’essere umano e il suo ambiente:

relazione di comunione o di aggressività?

B. Terra e acqua: dono e valore

C. L’etica: sapienza, amore e responsabilità

1. Etica del dovere

2. Etica della responsabilità

D. La terra è di Dio

1. Acqua, fonte di vita-fecondità

2. Acqua sacramentale

E. La voce della Chiesa: «conversione ecologica»

1. Paolo VI accende una luce

2. Giovanni Paolo II: profeta, una luce che abbaglia

3. Benedetto XVI: «un modello di sviluppo per i poveri»

4. Chiese più sensibili

5. Dottrina sociale della Chiesa

F. La teologia unisce «i cieli e le terre»

1. Basta ingiustizie!

2. Non possiamo continuare così

3. Principi etici

4. Con la forza della comunità: perseveranza e fortezza

5. La fede, fonte di energia pulita

 

III. AGIRE

 

A. Menti, mani e cuori uniti nell’azione

1. Azioni a livello personale-familiare

2. Azioni a livello comunitario

3. Azioni a livello ecclesiale

4. Azioni a diverso livello

B. Riflessione finale
 
 
 
Monica Martinelli
(Uff. Stampa EMI)
-------------------------------------------------------
Via di Corticella, 179/4
40128 Bologna
Tel. 051/326027, Fax 051/327552
Cell. 331/3996944
-------------------------------------------------------
Per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative iscriviti alla newsletter di EMI, inviando il tuo indirizzo a comunicazione@emi.it  o cliccando su http://www.emi.it/form/formnewsletter.html.
Seguici anche su Facebook e Anobii.
 

 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl