Suonare uno strumento aiuta anche i bambini dislessici

04/nov/2011 17.35.04 Bambini Nuovi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Imparare a suonare uno strumento musicale può aiutare i bambini ad apprendere le lingue aumentando la sensibilità del cervello ai suoni della parola.
Lezioni di musica potrebbero avere un impatto diretto sulla capacità di un bambino adapprendere le lingue modificando la sensibilitàdella mente a tutti i suoni.
I test hanno rivelato che l’esposizione allamusica può essere utile per il cervello nelle sue fasi di sviluppo e avrebbe vantaggi per tutti ibambini, compresi quelli dislessici (disturbi dell’apprendimento) e autistici (diminuzione dell’integrazione sociale e della comunicazione).

I ricercatori della Northwestern University di Chicago, in America, hanno stabilito un legametra l’abilità musicale e la capacità del sistema nervoso ad adottare modelli di suono.

Professor Nina Kraus, che ha guidato il team, ha detto che suonare uno strumento ha avuto un impatto sul trattamento automatico nel tronco encefalico, la parte inferiore del cervello che governa la respirazione, il battito cardiaco e di reazione ai suoni.

“Giocare con la musica coinvolge la capacità di estrarre i modelli pertinenti, come il suono del proprio strumento, armonie e ritmi, dal paesaggio sonoro. Suonare uno strumento può aiutare più precisamente a interpretare le sfumature dellinguaggio che sono trasportate da sottili cambiamenti nella voce umana. Lamusica può aiutare i bambini a comunicare e interagire con coloro che li circondano, rilassarsi o per esprimere le emozioni”.

Vi consigliamo la lettura del libro "Guarire a suon di musica" Musicoterapia per bambini e adolescenti di Vaillancourt Guylaine 
Addirittura viene già applicata con il feto, il neonato e durante tutta l'infanzia. Inoltre può essere un ottimo strumento da usare con bambini che hanno subito violenze psicologiche, sessuali e fisiche, o quelli che presentano difficoltà di apprendimento, autismo, disturbi del linguaggio, disabilità fisiche, malattie come anoressia e bulimia, iperattività e turbe dell'attenzione o comportamentali. La musicoterapia può essere anche introdotta nella medicina palliativa.
Per altri approfondimenti visita Bambini Nuovi
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl