COMUNICATO STAMPA: "La casa delle Cose", il primo libro per ragazzi di Gianpaolo Trevisi!

30/set/2011 11.43.40 monica martinelli EMI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Editrice Missionaria Italiana

Via di Corticella, 179/4 40128 Bologna

Tel 051/326027- fax 051/327552 - cell. 3313996944

www.emi.it-sermis@emi.it-stampa@emi.it

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Dopo il successo

di Fogli di via esce

 

La Casa delle Cose

 

il primo libro per ragazzi di Gianpaolo Trevisi,

 

prefazione di Carlo Verdone

  

Dopo il successo di Fogli di via, Gianpaolo Trevisi si cimenta in un libro per bambini: “La Casa delle Cose”.

Le Cose con la “C” maiuscola, come testimonianza della vita e non come merci di consumo. Un libro ricco ed evocativo che racconta di una pazza famiglia romanticamente fuori dagli schemi della “tragica epoca dell’aggiornamento”, dove le cose hanno mesi, giorni, ore contate.

 

Descriviamo il libro con le parole di Carlo Verdone, attore e regista italiano, che ne ha scritto la prefazione:

 

«Gianpaolo Trevisi, in questa sua ultima pubblicazione, non ha scritto soltanto una splendida fiaba che colpirà l’immaginazione dei più piccoli, ma stimolerà, nelle sue metafore, più di una riflessione anche negli adulti. Una favola pirotecnica, colorata, quasi cinematografica per come Trevisi riesce a renderla dinamica e poetica. Cosa sono le «cose» della Casa? Non solo i nostri giocattoli dell’infanzia o gli oggetti a noi più familiari, ma la vita stessa attraverso le sue più varie forme.

Una vita che spesso, negli ultimi decenni , sembra non stupirci più nei suoi lati ancora intatti e positivi. Refrattari ormai al significato delle «cose», procediamo spediti verso il consumo rapido di tutto. È la tragica «epoca dell’aggiornamento», dove una «cosa» ha i mesi contati in una spietata rottamazione nel nome della «cosa nuova» che provocherà meraviglia e stupore senza però avere un’anima. Le «cose» descritte da Trevisi di anima invece ne hanno. Eccome.

Sono pure metafore di ciò che di bello, di puro e di autentico la vita ci ha donato. Sono la poesia della vita. Una poesia e una contemplazione che rischiano, nel periodo attuale, di opacizzarsi nell’omicidio della fantasia. Ecco perché una bella favola oggi è una perla rara.

Il giocattolo o la «cosa» per Trevisi diventano memoria dell’infanzia, testimonianze dei primi affetti dichiarati, delle prime rassicurazioni dalle paure.

Quando il racconto sembra volgere alla sconfitta delle «cose» e ad avere un finale senza speranza, la ribellione delle «cose buone» compie il suo atto più eroico: la riconquista della fantasia.»

 

Il racconto è diviso in 21 capitoli, uno per ogni lettera dell’alfabeto, e termina con due finali: la fine naturale del racconto per i bambini e una fine diversa - evocativa e se possibile ancor più magica -per gli adulti che si avvicineranno al testo grazie ai loro piccoli.

 

I disegni della Casa delle Cose sono di Gianfranco Zavalloni, autore della Pedagogia della Lumaca (EMI, 2010) la colorazione e il coordinamento grafico di Monica Martinelli.

Il libro fa parte di ArcobalEMI, lo scaffale EMI dedicato all’infanzia.

 

 

L’autore.

Gianpaolo Trevisi, è stato per cinque anni dirigente dell'Ufficio Immigrazione ed è ora il Dirigente della Squadra Mobile. Con il suo racconto "L'africa in un cassonetto" ha ottenuto il primo posto al concorso letterario nazionale della rivista "Polizia Moderna". Per l'impegno profuso a favore delle categorie più deboli ha ricevuto il premio "Livatino-Saetta 2010" e il premio "Zecchino d'oro 2009". All'Autore è stato anche attribuito il Premio speciale "Emilio Salgari 2010" per le "storie di viaggi obbligati molto spesso dalla necessità e di ritorni quasi sempre imposti", per le "avventure difficili" che racconta e che suscitano "curiosità nuove verso gli altri".

 

 

 

Il libro verrà presentato all’auditorium della Gran Guardia di Verona

 il giorno 20 Novembre 2011 alle 16.00

 

 

 

 

 

Ufficio stampa: Monica Martinelli, stampa@emi.it, tel. 051 326027, cell. 331 3996944

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl