IL MANUALE DEL GIORNALISTA MODERNO

Il "Manuale del giornalista moderno" a cura del giornalista professionista e scrittore ternano (30 opere in attivo) Giancarlo Padula, (Paese Sera, Corriere dell'Umbria; Gazzetta di Macerata; Gruppo Espresso-Repubblica) che pubblica la casa editrice http://www.urbone.eu/, contatto: ordini@urbone.eu, in formato E-Book, vuole essere uno strumento breve, agile, alla portata di tutti, per chi vuole avvicinarsi al mestiere più bello ed affascinante del mondo: il giornalista, fornendo regole basilari, consigli e indicazioni.

Persone Lamberto Sposini, Gianni Versace, Giancarlo Padula
Luoghi Milano, Umbria, Macerata, Ascoli Piceno, Miami, Padula, Mayhan
Organizzazioni Gruppo La Repubbca-Espresso, Gruppo Espresso
Argomenti giornali, giornalismo, editoria

17/mag/2012 18.57.19 Nuovo libro di Giancarlo Padula Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il “Manuale del giornalista moderno” a cura del giornalista professionista e scrittore ternano ( 30 opere in attivo) Giancarlo Padula, (Paese Sera, Corriere dell’Umbria; Gazzetta di Macerata; Gruppo Espresso-Repubblica) che pubblica la casa editrice http://www.urbone.eu/ , contatto: ordini@urbone.eu, in formato E-Book, vuole essere uno strumento breve, agile, alla portata di tutti, per chi vuole avvicinarsi al mestiere più bello ed affascinante del mondo: il giornalista, fornendo regole basilari, consigli e indicazioni. Utile anche solo per chi volesse accrescere la propria cultura o per semplice curiosità, per scoprire i segreti del cronista. Tra i tanti segreti del mestiere Padula svela anche, trattando della tematica “scoop”, di come, nel settembre del 1997 pubblicò, in esclusiva mondiale per il gruppo Espresso-Repubblica, il testamento dello stilista Gianni Versace, una vicenda passata alla storia del giornalismo italiano: correva l’anno 1997, i giornalisti di mezzo mondo erano a caccia del testamento dello stilista Gianni Versace, ucciso a Miami, nel mesi di luglio. Nessuno sapeva che Santo aveva depositato il testamento presso uno studio notarile di Milano. Lasciava tutto alla nipote e un “favoloso” sussidio mensile al suo “amante”, all’epoca lavoravo come redattore alla Nuova Fermo, quotidiano locale del Gruppo La Repubbca-Espresso. Seppe (le fonti sono coperte da segreto professionale), il nome del notaio, si mise in contatto con lo studio e pochi giorni dopo dopo un accordo, e pagati i diritti di segreteria (i testamenti erano documenti pubblici), il testamento di Gianni Versace era sulla mia scrivania. Una telefonata al capo redattore di stanza ad Ascoli, poi tutto va alla decisione del direttore dell’epoca, della Nuova Fermo, E. P. Per il Gruppo Espressoi sarebbe stato un scoop mondiale, invece il direttore, passò inspiegabilmente la notizia a Lamberto Sposini all’epoca direttore del Tg 5 che lo “sparò” nell’edizione della sera. Il giorno dopo il servizio escì sui quotidiani del Gruppo Espresso, ma la frittata, ormai era fatta. Anche gli altri giornali avevano la notizia.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl