CS: I nuovi stili di vita come opportunità di condivisione per credenti e non credenti nel nuovo libro di don Adriano Sella, "Spiritualità dei nuovi stili di vita" (EMI)

Allegati

19/mag/2014 17:02:43 monica martinelli EMI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Editrice Missionaria Italiana

Via di Corticella, 179/4 - 40128 Bologna

tel. 051.326027 - fax 051.327552 - www.emi.it

Ufficio Stampa: stampa@emi.it

 

Comunicato Stampa

 

In libreria da oggi

 

I nuovi stili di vita come opportunità

di condivisione e impegno profondo

sia per credenti che per i non credenti

secondo don Adriano Sella nel suo nuovo libro

Spiritualità dei nuovi stili di vita (EMI)

 

 

Bologna, 19 maggio 2014

 

«Il profondamente umano si sposa con il profondamente cristiano» e «La spiritualità dei nuovi stili di vita è trasversale, ossia di tutti, anche degli atei»: si può così riassumere il nuovo libro di don Adriano Sella, Spiritualità dei nuovi stili di vita. Nella prospettiva del Vangelo (Editrice Missionaria Italiana, pp. 144, euro 10,90), da oggi in libreria. Sella, prete della diocesi di Padova e conosciuto coordinatore della «Rete interdiocesana nuovi stili di vita» nonché autore di numerose pubblicazioni sul tema, in questa sua nuova opera afferma che tutti, credenti e non, possono ritrovare l’allegria e riscoprire il profondo senso della vita nella pratica dei nuovi stili di vita.

 

Se ancorati nella prospettiva del Vangelo, i «precetti» morali spesso associati ai nuovi stili di vita - come il consumo critico e responsabile, un’agricoltura praticata con sostenibilità e nel rispetto del territorio, il rifiuto di relazioni «usa e getta» e l’incontro inclusivo e costruttivo con altre comunità e con altri popoli - diventano espressione dell’amore e non più nuove norme a cui ottemperare. Secondo Sella, quindi, passando dal «primato dell’etica» al «primato della fede», ci viene offerta quella «grande opportunità per condividere, tra cristiani e non credenti, non solamente le prassi quotidiane ma anche le motivazioni profonde che conducono gli uni e gli altri a impegnarsi nel cambiamento». Perché la spiritualità non è solo dei credenti, ma è «trasversale, ossia di tutti».

 

Nella sua prefazione al volume, la biblista Rosanna Virgili ne sottolinea proprio questo stesso aspetto: «Il volume di Adriano Sella si occupa proprio di questo: mostrare l’importanza di dare uno stile di vita cristiana oggi […] La spiritualità degli stili di vita è davvero l’anima degli stessi. Non è possibile avere una creatività di stili senza una profondità e una ricerca spirituale».

 

La pratica cristiana del prendersi cura dell’altro, riassunta nel celebre motto di don Milani I Care, trova espressione nel quotidiano in quattro relazioni, ispirate a tale spiritualità: un nuovo rapporto con le cose, con le persone, con la natura e con la mondialità. Liberarsi del superfluo, fare la «differenza», agire più lentamente, più profondamente e più dolcemente (perché Dio è tenerezza, come ci ricorda papa Francesco), significa vivere anche nella spiritualità dell’agape, principio in grado di cambiare radicalmente la vita delle persone.

 

Adriano Sella, Spiritualità dei nuovi stili di via. Nella prospettiva del Vangelo, Prefazione di Rosanna Virgili, Collana Cammini dello Spirito, Editrice Missionaria Italiana, pp. 144, euro 10,90

 

In allegato, la copertina del libro.

 

Contatti con la stampa:

Chiara Brivio

Ufficio Stampa EMI

tel. 051/326027 - cell. 328/0387080

stampa@emi.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl