SPIRALI > Cuba, carralero e "Saturno contro"

10/mar/2008 17.10.00 Spirali edizioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
(Mailing list information, including unsubscription instructions,
is located at the end of this message.)
__

- - - - - - - - - - -
SPIRALI
www.spirali.com
- - - - - - - - - - -

C O M U N I C A T O S T A M P A

Questione Cuba
CARLOS CARRALERO: CON FIDEL FINITA L'ERA DEL GRANDE COMUNICATORE, ORA RIFORME
Parla il dissidente cubano, esule nel nostro paese: ora con il fratello Raul sono possibili aperture sociali ed economiche. “Il totalitarismo isolano? Un regime che da 'carismatico' diventerà burocratico”.

Milano, 10/03/08. Carlos Carralero - da anni in Italia per asilo politico, presidente dell'Associazione per le libertà a Cuba - presenta il suo nuovo libro sulla situazione del paese e commenta le dimissioni del lider maximo, tra personaggi emergenti e concrete ipotesi di sviluppo.
* Le possibili riforme politiche e sociali. Con la partita alla successione sono tornati in discussione gli assetti nazionali ed internazionale, dall'embargo agli scenari politici interni. Sul fronte economico, secondo Carralero è realistico pensare all'avvio di riforme per i contadini e di aperture alcune liberiste nel mercato (causa primaria di fuga dei giovani dalle campagne e di inefficienza economica). Tra le priorità anche maggiore tolleranza per gli intellettuali, ridimensionando censura dei reati d'opinione e persecuzione di artisti ed omosessuali, con maggiore apertura della mobilità da e verso l'isola.
L'autore delinea il profilo dei candidati alla guida del paese: “Raul Castro è più moderato e pragmatico. Fidel coinvolgeva il popolo con l'istinto e la passione, Raul è un pianificatore che lavora piuttosto in un gruppo di collaboratori; è un generale che controlla già le Forse armate, ma che guarderà anche alla gestione del commercio”. Ed a proposito degli altri papabili: “Carlos Lago? Un fedelissimo con tendenze liberali, politicamente debole, un potenziale fantoccio nelle mani della vecchia guardia. Il ministro degli esteri Felipe Perez Roche? Giovane di grande visibilità. Il Presidente del parlamento Ricardo Alarcon? Già contestato dagli studenti, ha scarsa autorevolezza”.
* L'allegoria di ”Saturno contro”. Riguardo il suo saggio romanzato sulla realtà cubana che arriva in questi giorni in libreria, lo scrittore chiarisce che il titolo prende spunto dall'antico mito su Saturno, che divorò i figli una volta diventati pericolosi per evitare che potessero succedergli; “un'allegoria del comportamento di Castro, che mi ha permesso di parlare del suo regime senza mai chiamarlo per nome”. Si tratta di una testimonianza sulla realtà delle Forze armate cubane basata su un'esperienza nell'esercito, “una tematica poco affrontata dagli intellettuali e dai dissidenti”. L'autore parla dell'opera narrativa come di un personale calendario astrologico: “Sulle pareti della caserma “Moncada” c'è una grande foto degli eroi della rivoluzione; uno di quei soldati è cancellato da un cerchio posticcio disegnato sulla testa. Nessuno sapeva chi fosse, ma alla fine scoprì trattarsi di un compagno di Fidel, caduto in disgrazia perché aveva osato opporsi alla sua autorità
e che per questo finì in prigione per 30 anni”.

C o n p r e g h i e r a d i c o r t e s e d i f f u s i o n e

Segue scheda bio-bibliografica sul volume, in distribuzione in tutte le librerie.

======================================
CARRALERO, CARLOS - “SATURNO E IL GIOCO DEI TEMPI”
(Edizioni Spirali - Pagine 267 con testo a fronte - Collana L'Alingua - Isbn 9788877708083 - Prezzo € 25.00)
Fingersi pazzo per sottrarsi al regime castrista. Storia autobiografica di un arruolato uscito dall’esercito cubano facendosi passare per matto, stratagemma che vale da rivalsa personale ma anche come racconto del difficile sistema isolano, dove ognuno sperimenta una ribellione individuale che non riesce a diventare collettiva.
> Carlos Carralero è saggista, narratore e poeta cubano. Rifugiato politico, vive in Italia dal 1995. Orfano reclutato nell’esercito, in patria si è impegnato per i diritti civili per mezzo della letteratura. Perseguitato e costretto all’esilio, ha scritto opere poi censurate nel suo paese. Ha fondato diverse organizzazioni umanitarie.
======================================



--
The following information is a reminder of your current mailing
list subscription:

You are subscribed to the following list:
Addetti stampa e cultura: news Spirali

using the following email:
pubblica@comunicati.net

You may automatically unsubscribe from this list at any time by
visiting the following URL:



If the above URL is inoperable, make sure that you have copied the
entire address. Some mail readers will wrap a long URL and thus break
this automatic unsubscribe mechanism.

You may also change your subscription by visiting this list's main screen:



If you're still having trouble, please contact the list owner at:



The following physical address is associated with this mailing list:

SPIRALI - Ufficio marketing
via Varese 36, Senago (MI) 20030
Tel & fax: +39 02 99481494
E-mail: marketing@spirali.com



Mailing List Powered by Dada Mail
http://www.thesecondrenaissance.com/cgi-bin/newsletter_marketing/mail.cgi/what_is_dada_mail/
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl