SPIRALI > Novità: G.Ardolino, "Angelica Kauffmann"

SPIRALI Novità: G.Ardolino, "Angelica Kauffmann" (Mailing list information, including unsubscription instructions, is located at the end of this message.)

21/apr/2008 15.00.00 Spirali edizioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
(Mailing list information, including unsubscription instructions,
is located at the end of this message.)
__

===============
SPIRALI
www.spirali.com
===============

C O M U N I C A T O S T A M P A

Novità editoriale
L'ARTE DI ANGELICA KAUFFMANN, TRA ANALISI E REPORTAGE
Esce un'inedita narrazione critico-biografica sulla grande pittrice neoclassica, apprezzata già in vita per la sua opera e protagonista di scandali mondani . Quando l'arte diventa romanzo.

Milano, aprile 2008 - Arriva in libreria il saggio critico Angelica Kauffmann di Giuseppe Ardolino, edito da Spirali.
Angelica Kauffmann (1746-1807), di origine svizzera e adozione romana, seppe affermarsi per il suo stile neoclassico come la più importante pittrice dell'epoca. Protagonista di una vita avventurosa, con atteggiamenti da eroina letteraria, fu al centro di scandali mondani e - nonostante il grande successo ottenuto - non raggiunse mai la piena soddisfazione e serenità. L'autore, apprezzato storico dell'arte, ripercorre la vicenda umana ed artistica della donna alla luce di una serie di dettagliati documenti.
*** Una vita tumultuosa ed un'arte epica - La Kauffmann fu precocissima nella pittura (come peraltro nella musica e nel canto), sfruttata dal padre per le doti di enfants prodeges; messa al servizio dei nobili di tutta Europa, fu coinvolta in intrighi di palazzo; cattolica convinta dell'indissolubilità del vincolo nuziale, subì ben due matrimoni fallimentari (a Londra di lei si dirà: "Né zitella né vergine, né vedova né moglie"); variamente corteggiata - tra la'ltro da Jean Paul Marat, destinato a morire per mano di carlotta Corday - coltivò una lunga e contrastata relazione sentimentale con Goethe, mai corrisposta.
La sua pittura, avviatasi in ambito rococò, maturò rielaborando la lezione dei classici ed affinando una grande capacità ritrattistica che le valse il prestigioso apprezzamento da parte dei contemporanei. Nonostante i riconoscimenti, divenne sempre più insofferente alle opere su commissione, dedicandosi con più autentica ispirazione alle raffigurazioni storico-mitologiche.
*** Un incontro fatale e la malinconia del successo - Durante il suo soggiorno a Roma, Johann Wolfgang Goethe ha 37 anni; la Kauffmann 45. Tra i due nasce una profonda sintonia, ma se per la pittrice si tratta di un amore struggente per il poeta solo di una cara e rispettosa amicizia. Nel 1788 il tedesco torna a Weimar; nel “Viaggio in Italia” scriverà di Angelica che “è assai sensibile al bello, vero e raffinato, ed è straordinariamente moderna”; d'altronde nelle sue memorie la Kauffmann annoterà riguardo al drammaturgo che il giorno della sua partenza sia stato per lei uno dei più tristi di sempre.
Sebbene ricca e famosa, la Kauffmann finirà i suoi giorni depressa e insoddisfatta, come fu per gran parte della sua vita.

C o n p r e g h i e r a d i c o r t e s e d i f f u s i o n e

B_r_e_v_e__s_c_h_e_d_a__b_i_o_b_i_b_l_i_o_g_r_a_f_i_c_a
GIUSEPPE ARDOLINO, "ANGELICA KAUFFMANN"
(Pagine 139 - Collana saggistica, "L'Alingua" - Isbn 9788877708182 - Prezzo € 25.00)
Questo studio critico affronta la produzione creativa dell'autrice ripercorrendo d'altro canto le sue vicende personali, dai problemi di rapporto col padre ai matrimoni falliti, dalle avventure sentimentali sfortunate all'impossibile relazione con Goethe. Un saggio d’arte interessantissimo, approfondito come una monografia ed appassionante come un racconto.
Giuseppe Ardolino, veneziano, ha compiuto gli studi a Roma. Entrato in RAI agli albori, si è occupato per anni degli sceneggiati televisivi. Come ricercatore si è sempre interessato a strade poco frequentate, dalle pittrici impressioniste ai pittori italiani presenti a Parigi nei primi anni del Novecento.



--
The following information is a reminder of your current mailing
list subscription:

You are subscribed to the following list:
Addetti stampa e cultura: news Spirali

using the following email:
pubblica@comunicati.net

You may automatically unsubscribe from this list at any time by
visiting the following URL:



If the above URL is inoperable, make sure that you have copied the
entire address. Some mail readers will wrap a long URL and thus break
this automatic unsubscribe mechanism.

You may also change your subscription by visiting this list's main screen:



If you're still having trouble, please contact the list owner at:



The following physical address is associated with this mailing list:

SPIRALI - Ufficio marketing
via Varese 36, Senago (MI) 20030
Tel & fax: +39 02 99481494
E-mail: marketing@spirali.com



Mailing List Powered by Dada Mail
http://www.thesecondrenaissance.com/cgi-bin/newsletter_marketing/mail.cgi/what_is_dada_mail/
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl