ADSL lenta, parte l'inchiesta

21/mag/2008 11.27.00 Punto Informatico Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
ADSL lenta, parte l'inchiesta

Roma - Quanto sono trasparenti i contratti della banda larga italiana? Quali
sono i reali disagi dell'utenza? Come si muovono i provider? E l'ADSL
italiana è davvero il broad band che è stato raccontato?

Queste le domande a cui da domani inizierà a rispondere un'inchiesta voluta
dallo storico quotidiano della rete Punto Informatico
(http://punto-informatico.it) e dal celebre settimanale dei diritti Il
Salvagente (http://www.ilsalvagente.it), uno "Speciale ADSL" richiesto a
gran voce dagli utenti Internet italiani.

"Sulla carta - spiegano le due testate - gli operatori telefonici si fanno
concorrenza a colpi di connessioni superveloci, giocando al rialzo anno dopo
anno: prima 2, poi 4, 6 e ora 7, 8 e addirittura 20 megabit di velocità.
Sembra una gara a chi offre di più. Nei fatti, però, a moltissimi capita di
viaggiare davvero lentamente, e ai più sfortunati succede anche di
impallarsi sul più bello".

In edicola con il nuovo numero di giovedì de Il Salvagente e online giovedì
su Punto Informatico le indiscrezioni su come si muovono i tecnici che si
trovano a gestire i reclami, i casi più eclatanti, in cui pure si imbattono
migliaia di italiani.

Al centro nella prima parte di questo "Speciale ADSL" lo stato della rete, i
problemi regolamentari, le aspettative contrattuali, l'overbooking, gli
investimenti nella fibra ottica.


http://punto-informatico.it
http://www.ilsalvagente.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl