Punto & Virgola: Tagli all'editoria| Giornali e giornalisti con la paura del libero mercato. Ancora una volta ci si appella al plurarismo dell'informazione

04/ago/2008 10.10.00 Agroalimentarenews Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Punto & Virgola: Tagli all'editoria| Giornali e giornalisti con la paura del libero mercato. Ancora una volta ci si appella al plurarismo dell'informazione
 
 
Saremo controcorrente, ma i contributi pubblici per l'editoria devono essere tolti. In questi giorni il dibattito sui media è rovente e molti giornalisti scaldano i motori per buttare benzina sul fuoco. "Punto & Virgola" dice basta ai finanziamenti per i grandi e piccoli gruppi editoriali in un contesto di libero mercato e libera imprenditoria. Basta alle lobby di potere. Molti in queste ore paventano un rischio plurarismo dell'informazione. Sciocchezze........... La manovra Tremonti è casomai errata perchè consente di accedere ai finanziamenti pubblici solo ai grandi gruppi (da "Omnibus La7" del 4 agosto gli ultimi dati resi noti: Sole 24ore - 17 milioni di euro - Corriere della Sera - 13 milioni di euro - ) dando vita ad una politica di figli e figliastri. La strada da seguire deve essere univoca anche perchè i giornali politici (nonostante i lamenti) hanno alle spalle le casse dei partiti, e i giornali a tiratura nazionale possono contare su grossi investimenti privati. Le possibilità quindi di affrontare il mercato sembrano averle, la sopravvivenza invece è dettata dalla qualità del prodotto e dal compiacimento dei lettori ed forse questo che fa tanta paura.......


Leggi articolo de "Il Manifesto" - 3 agosto 2008 -: http://www.ilmanifesto.it/argomenti-settimana/articolo_b5232c59fe2d4ac0c52c6d78ec759c9f.html
 
 Punto & Virgola : http://virgolacom.blogspot.com/
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl