ALBERTO CANETTO (prefazione di Vittorio Sgarbi) su Futurismo 2009 n.24

ALBERTO CANETTO (prefazione di Vittorio Sgarbi) su Futurismo 2009 n.24 DOLORE SPENTO di ALBERTO CANETTO Prefazione di VITTORIO SGARBI Edizioni Il Filo-Roma, 2008.... "Si agita, si muove e si promuove, affiancato da amiche, che si compiacciono della sua vitalità e del suo gusto teatrale, ALBERTO CANETTO.

14/ott/2008 16.12.47 Futurismo 2009 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

DOLORE SPENTO di ALBERTO CANETTO

Prefazione di VITTORIO SGARBI

Edizioni Il Filo-Roma, 2008....

 

“Si agita, si muove e si promuove, affiancato da amiche, che si compiacciono della sua vitalità e del suo gusto teatrale, ALBERTO CANETTO. Chiede una testimonianza, il riconoscimento della bontà delle sue impresa. E ci porta racconti e poesie in cui ha riversato solo una parte del suo estro. In realtà è nell’azione, nelle parole dette, nelle poesie recitate che egli manifesta la sua natura. Gioiosa, capricciosa, popolare. Così, in luoghi difficili, egli ha affermato il suo individualismo, non ha accettato che altri decidessero per lui. Anche la sua avventura politica è stata in realtà un’avventura creativa, un modo di esprimersi, ribaltando i compromessi, per agitare e animare luoghi intorpiditi, fra nebbia e pigrizia, povertà e rassegnazione. CANETTO ha trasformato la politica in uno spazio creativo, e non ha trovato molti affini, per una radicale divergenza di orientamenti. La politica si occupa della sfera pratica; la poesia di quella spirituale. Ci può essere una poesia che cambia la vita, che ispira e suggerisce buone azioni, che traduce i buoni sentimenti in buone opere. Quello di CANETTO è un modo, un estro, una ispirazione di comportamenti e rappresentazioni. Così un giorno è arrivato da me come chi arriva in luogo che gli è familiare. Inutile indirizzarlo a mostre e monumenti: CANETTO veniva semplicemente a cercare la sua origine, la conferma della sua scelta. Sempre dall’altra parte, scegliendo la strada più difficile, cercando di affermare un modo di vivere, un modo di pensare. Per lui scrivere è anche questo; un modo di essere diverso raccontando di uguali. E in realtà manifestando un pensiero complesso. Diversi ed uguali hanno valori comuni e identiche radici, ma interpretano la vita, gli uni cercando di distinguersi, gli altri cercando di non farsi riconoscere. I primi avendo coraggio e speranza , i più accettando il loro destino. CANETTO  vuole essere protagonista della sua vita, anche raccontando amori e passioni ed esperienze autentiche di personaggi altrimenti destinati ad essere dimenticati.”

(VITTORIO SGARBI)....

 

www.myspace.com/futurismo2009

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl