Addetti stampa e cultura: news Spirali Message

18/nov/2008 18.24.54 Spirali edizioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

(Mailing list information, including unsubscription instructions,

is located at the end of this message.)

__



=============

EDIZIONI SPIRALI

=============



C_O_M_U_N_I_C_A_T_O___S_T_A_M_P_A



Se la globalizzazione non produce ovunque salutari effetti di scambio intellettuale

MOUSTAPHA SAFOUAN: “L'ISOLAMENTO LINGUISTICO, PARADOSSO CONTEMPORANEO”

Nel saggio del noto intellettuale una originale chiave di lettura dello scontro tra culture, che diventa appello alla liberazione dell'Islam dal giogo del potere temporale.



Milano, 18/11/2008 - Arriva in libreria “Perché il mondo arabo non e' libero. Politica della scrittura e terrorismo religioso” di Moustapha Safouan (Spirali). Il teorico franco-egiziano propone una tesi originale, che fa discutere: nel mondo islamico sussistono meccanismi di manipolazione ed esclusione su base espressiva, solo marginalmente religiosa; così mentre le merci circolano liberamente gli uomini mantengono barriere insuperabili, che alimentano fondamentalismi e derive terroristiche.

* L a l i n g u a d e l d i a l o g o * Nato dall'analisi di questioni poste dalla “Guerra dei sei giorni”, lo studio si focalizza sul rapporto tra potere temporale e spirituale nello stato islamico, problema terrorismo compreso, dal particolare punto di vista delle relazioni tra scrittura e potere. Come nota Paolo Branca, Safouan “ripercorre la storia alla luce delle politiche della scrittura, a caccia del germe dell'autoritarismo; perché i fenomeni linguistici influiscono sulle dinamiche culturali e perché il problema diventa cruciale nel mondo arabo, che mantiene un dualismo tra lingua letteraria e dialetti locali”. La lingua sacrale si oppone al vernacolo di uso quotidiano al fine del mantenimento dello status e legittimazione dello sfruttamento

* I l p o t e r e d e l s o v r a n o * Si pensi alle difficoltà di traduzione da lingue occidentali all'arabo, anche di semplici testi commerciali; un gap che neppure le compagne di alfabetizzazione riescono a superare. D'altronde il potere e l'ordine costituito si poggiano sulle scritture, in base ad espressioni ambigue come “successore del Profeta”; sacro e profano si mischiano, nonostante il Corano non indichi mai princìpi di governo. Ne risulta una politica corrotta: “La scrittura è una censura non dichiarata, che abolisce il pensiero dei sudditi; il rifiuto di riconoscere le differenze equivale a negare agli analfabeti la parola sul proprio destino”. Un regime teocratico bloccato senza possibilità di riforma civile, che finisce per incanalare il disagio e la ribellione sociale verso in forme di reazione terroristica.

* L e t t u r a l u c i d a e r a f f i n a t a * Osservatore privilegiato, Safouan segue un ragionamento colto avulso da posizioni ideologicamente connotate e precostituite, offrendo interessanti spunti al dibattito culturale.



- c o n p r e g h i e r a d i d i f f u s i o n e -



ESTRATTO STAMPA > C'è una lingua per il dialogo? L'isolamento dei paesi arabi dal punto di vista del sistema linguistico, freno allo scambio di conoscenze (Il Sole 24 Ore). Come il terrorismo alligni nell'Islam grazie alla distorsione delle scritture, usate come arma di potere. Idee forti ed un'esperienza lacerante. (Il Domenicale)



--------------------------------------------------------------------

Moustapha Safouan

“Perché il mondo arabo non è libero. Politica della scrittura e terrorismo religioso”

(Collana saggistica "L'Alingua", pp. 199, isbn 978887770-8434, euro 30)

Un'originale analisi della struttura del potere politico islamico e delle sue relazioni con la scrittura. Deriva terroristica compresa.

Moustapha Safouan, intellettuale di formazione lacaniana, traduttore in arabo di Freud, è uno dei più eminenti intellettuali francesi. Ha pubblicato diversi saggi teorici, molti dei quali disponibili in italiano. Per Spirali: “Essere e piacere”.

--------------------------------------------------------------------







--

The following information is a reminder of your current mailing

list subscription:



You are subscribed to the following list:



Addetti stampa e cultura: news Spirali



using the following email:



pubblica@comunicati.net



You may automatically unsubscribe from this list at any time by

visiting the following URL:







If the above URL is inoperable, make sure that you have copied the

entire address. Some mail readers will wrap a long URL and thus break

this automatic unsubscribe mechanism.



You may also change your subscription by visiting this list's main screen:







If you're still having trouble, please contact the list owner at:







The following physical address is associated with this mailing list:



SPIRALI - Ufficio marketing

via Varese 36, Senago (MI) 20030

Tel & fax: +39 02 99481494

E-mail: marketing@spirali.com



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl