Presentazione Libro: La Caduta di Eros

Veniamo così ad apprendere che, a partire dall'avvento della rivoluzione agricola in epoca Neolitica, cominciò a compiersi un graduale ma inesorabile scollamento dell'uomo dalle sue origini e dalla sua reale natura, in nome della fatale affermazione della proprietà privata e, conseguentemente, del principio di dominio, antagonista brutale dell'originario principio di Eros, l'energia universale fondante la Vita stessa.

10/feb/2009 12.23.00 NuovoUfficioStampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dal catalogo della Caravaggio Editore
www.caravaggioeditore.it

ISBN 9788895437200
Autore: Luigi Gulizia
Collana: Dissertatio
Genere: Saggio.
Pagine: 190

Descrizione: Il tragico declino di Eros e della sessualità d’Occidente ripercorso attraverso l’analisi delle tappe fondamentali della storia dell’uomo. Una rilettura inedita di quelli che furono gli eventi chiave della nostra umanità, al di là delle interpretazioni convenzionali e spesso manipolatorie che tutti noi abbiamo appreso dai libri di scuola, prodotto convenzionale della cultura “istituzionalizzata”. Veniamo così ad apprendere che, a partire dall’avvento della rivoluzione agricola in epoca Neolitica, cominciò a compiersi un graduale ma inesorabile scollamento dell’uomo dalle sue origini e dalla sua reale natura, in nome della fatale affermazione della proprietà privata e, conseguentemente, del principio di dominio, antagonista brutale dell’originario principio di Eros, l’energia universale fondante la Vita stessa. Questo scollamento fu deleterio in prima istanza per la figura della donna che, a seguito di tale frattura, perse la sua condizione paritaria rispetto all’uomo e venne progressivamente relegata al ruolo subordinato di generatrice o, al limite, di oggetto di piacere. Ma le conseguenze di tale drammatica scissione riguardarono invero l’umanità tutta perché, venendosi a infrangere quel legame intimo con i ritmi e i cicli della Natura, di cui la donna era intermediaria privilegiata, si compì inesorabilmente la condanna e quindi l’ottenebramento di una nozione fondamentale per la sopravvivenza della nostra specie, quella di piacere sessuale che altro non è se non il puro piacere della Vita. Questo fu il vero peccato originario della stirpe umana.

Prezzo di copertina: 15,00 €

Link Scheda completa:
http://www.caravaggioeditore.it/articoli/view-articolo.php?articolo=32
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl