Bocuse D'Or 2016 Italy- Il vincitore è Marco Acquaroli!

04/feb/2016 13.16.42 Cooking for Art 2012 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Marco Acquaroli rappresenterà l’Italia a Budapest 

Marco Acquaroli, trentenne lombardo attualmente sous chef di Saverio Sbaragli nel prestigioso ristorante Il Lago del Four Seasons di Ginevra (una stella michelin) ha vinto la Selezione Italiana del Bocuse d’Or con due piatti di alto contenuto tecnico: il filetto di storione alle alghe con porro farcito di patata al caviale, cipolla rossa al cavolfiore e consommè di cipolla; il cervo al ginepro tostato, barbabietola farcita di coscia brasata, flan di zucca, millefoglie di topinambour e tartufo, salsa all’aceto di barolo (i temi imposti erano lo storione e il cervo). Altri premi: Gabriele Furi miglior commis, Giuseppe Raciti premio ricetta europea, Debora Fantini miglior ricetta di pesce, Francesco Gotti miglior ricetta di carne. Gli altri concorrenti in gara: Lorenzo Alessio, Riccardo Basetti, Andrea Alfieri, Daniele Lippi, Giovanni Lorusso, Michelangelo Mammoliti, Leonardo Marongiu, Stefano Paganini. Il vincitore dovrà affrontare altri venti vincitori delle varie selezioni nazionali d’Europa a Budapest il 10 e l’11 maggio 2016 e solo i migliori saranno ammessi alla finale mondiale di Lione di fine gennaio 2017.

 

A giudicare le ricette trenta giurati d’eccezione:

Matteo Baronetto, Enrico Bartolini, Andrea Berton, Francesco Bracali, Riccardo Camanini, Filippo Chiappini, Giovanni Ciresa, Enrico Derflingher, Nino Di Costanzo, Gennaro Esposito, Anthony Genovese, Oliver Glowig, Antonio Guida, Giuseppe Mancino, Valentino Marcattilii, Riccardo Monco, Fabio Pisani, Martin Obermarzoner, Davide Oldani, Piergiorgio Parini, Valeria Piccini, Marco Sacco, Claudio Sadler, Emanuele Scarello, Maurizio Serva, Massimo Spigaroli, Mauro Uliassi, Luisa Valazza, Gianfranco Vissani, Gian Piero Vivalda. Ed inoltre: Presidente del Concorso è Giancarlo Perbellini, presidente di Giuria Enrico Crippa, giuria backstage Fabio Tacchella, assistenti giuria Paolo Lopriore e Luciano Tona. Ospite d’onore: Orjan Johannessen ultimo vincitore del Bocuse d’Or.

 

Grande è stata la risposta del territorio che ha riempito il Teatro Sociale, luogo suggestivo dell’evento, e ha seguito le varie fasi delle gare. Grandi applausi anche ai ragazzi dell’Apro, l’istituto alberghiero, che sotto la guida dello staff di Piazza Duomo e gli occhi di Vincenzo Donatiello hanno perfettamente servito le varie giurie contribuendo a creare uno scenario indimenticabile.

 

I premi sono stati consegnati da Antonella Parigi  assessore al Turismo regione Piemonte, dall’onorevole Alberto Cirio, da Maurizio Marello sindaco di Alba, da Luigi Barbero presidente dell’ATL Langhe a ricordare appunto il sostegno delle istituzioni locali a questo evento. Evento reso possibile anche dal Club dei Supporter: Bragard, Calvisius Caviar, Caraiba Luxury, Ceretto, Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe Dogliani e Consorzio Tutela Roero,  Food Design Advisor & Management, Lavazza, Mepra, Mesa, Metro Italia Cash and Carry, Olio Roi, Orved, Pastificio dei Campi, Pentole Agnelli, Pietro Mollo & C Zanussi Professional, Sagna, San Pellegrino, Tartuflanghe, Valrhona, Villeroy & Boch. Media Partner: Aromi Creativi e Grande Cucina

 

Ora l’appuntamento è a Budapest, sarà un impegno molto difficile, e facciamo i migliori auguri al giovane Marco Acquaroli che ce la metterà tutta, e noi gli saremo vicini.

cid:image002.jpg@01D14EB8.6663A390 cid:image003.jpg@01D14EB8.6663A390 cid:image004.jpg@01D14EB8.6663A390

cid:image005.gif@01D14EB8.6663A390

 

  Largo dei Librari, 89 00186 Roma tel. 06 833 96 748 fax 06 622 77 027

 

  cell. 346 6160972 eventi@witaly.itMarco Acquaroli rappresenterà l’Italia a Budapest

Marco Acquaroli, trentenne lombardo attualmente sous chef di Saverio Sbaragli nel prestigioso ristorante Il Lago del Four Seasons di Ginevra (una stella michelin) ha vinto la Selezione Italiana del Bocuse d’Or con due piatti di alto contenuto tecnico: il filetto di storione alle alghe con porro farcito di patata al caviale, cipolla rossa al cavolfiore e consommè di cipolla; il cervo al ginepro tostato, barbabietola farcita di coscia brasata, flan di zucca, millefoglie di topinambour e tartufo, salsa all’aceto di barolo (i temi imposti erano lo storione e il cervo). Altri premi: Gabriele Furi miglior commis, Giuseppe Raciti premio ricetta europea, Debora Fantini miglior ricetta di pesce, Francesco Gotti miglior ricetta di carne. Gli altri concorrenti in gara: Lorenzo Alessio, Riccardo Basetti, Andrea Alfieri, Daniele Lippi, Giovanni Lorusso, Michelangelo Mammoliti, Leonardo Marongiu, Stefano Paganini. Il vincitore dovrà affrontare altri venti vincitori delle varie selezioni nazionali d’Europa a Budapest il 10 e l’11 maggio 2016 e solo i migliori saranno ammessi alla finale mondiale di Lione di fine gennaio 2017.

 

A giudicare le ricette trenta giurati d’eccezione:

Matteo Baronetto, Enrico Bartolini, Andrea Berton, Francesco Bracali, Riccardo Camanini, Filippo Chiappini, Giovanni Ciresa, Enrico Derflingher, Nino Di Costanzo, Gennaro Esposito, Anthony Genovese, Oliver Glowig, Antonio Guida, Giuseppe Mancino, Valentino Marcattilii, Riccardo Monco, Fabio Pisani, Martin Obermarzoner, Davide Oldani, Piergiorgio Parini, Valeria Piccini, Marco Sacco, Claudio Sadler, Emanuele Scarello, Maurizio Serva, Massimo Spigaroli, Mauro Uliassi, Luisa Valazza, Gianfranco Vissani, Gian Piero Vivalda. Ed inoltre: Presidente del Concorso è Giancarlo Perbellini, presidente di Giuria Enrico Crippa, giuria backstage Fabio Tacchella, assistenti giuria Paolo Lopriore e Luciano Tona. Ospite d’onore: Orjan Johannessen ultimo vincitore del Bocuse d’Or.

 

Grande è stata la risposta del territorio che ha riempito il Teatro Sociale, luogo suggestivo dell’evento, e ha seguito le varie fasi delle gare. Grandi applausi anche ai ragazzi dell’Apro, l’istituto alberghiero, che sotto la guida dello staff di Piazza Duomo e gli occhi di Vincenzo Donatiello hanno perfettamente servito le varie giurie contribuendo a creare uno scenario indimenticabile.

 

I premi sono stati consegnati da Antonella Parigi  assessore al Turismo regione Piemonte, dall’onorevole Alberto Cirio, da Maurizio Marello sindaco di Alba, da Luigi Barbero presidente dell’ATL Langhe a ricordare appunto il sostegno delle istituzioni locali a questo evento. Evento reso possibile anche dal Club dei Supporter: Bragard, Calvisius Caviar, Caraiba Luxury, Ceretto, Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe Dogliani e Consorzio Tutela Roero,  Food Design Advisor & Management, Lavazza, Mepra, Mesa, Metro Italia Cash and Carry, Olio Roi, Orved, Pastificio dei Campi, Pentole Agnelli, Pietro Mollo & C Zanussi Professional, Sagna, San Pellegrino, Tartuflanghe, Valrhona, Villeroy & Boch. Media Partner: Aromi Creativi e Grande Cucina

 

Ora l’appuntamento è a Budapest, sarà un impegno molto difficile, e facciamo i migliori auguri al giovane Marco Acquaroli che ce la metterà tutta, e noi gli saremo vicini.

cid:image002.jpg@01D14EB8.6663A390 cid:image003.jpg@01D14EB8.6663A390 cid:image004.jpg@01D14EB8.6663A390

cid:image005.gif@01D14EB8.6663A390

 

  Largo dei Librari, 89 00186 Roma tel. 06 833 96 748 fax 06 622 77 027

  cell. 346 6160972 eventi@witaly.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl