GEM WORLD: L’ INCISIONE VINCENTE DI RIMINI FIERA NEL MERCATO GEMMA

19/nov/2008 17.48.48 magisterteam Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

- Si è conclusa lo scorso 9 giugno la prima edizione di GEM WORLD, il salone b2b dedicato alle pietre preziose ed affini.  Vincente la scommessa di Rimini Fiera che, in partnership con Assogemme, ha creato un nuovo punto di riferimento e visibilità per le aziende attive nel reperimento e nella lavorazione delle materie prime per la gioielleria. Vento di ottimismo e soddisfazione sulla prima edizione della fiera: le aziende e i buyer partecipanti hanno apprezzato e condiviso l’impegno dell’Ente Fieristico che, con Assogemme, ha creduto e valorizzato in maniera singolare ed inedita il settore della pietra preziosa.

2.583 gli operatori professionali presenti nei tre giorni, di cui 213 stranieri. In rilievo per affluenza le delegazioni provenienti dall’estero e i numerosi incontri one-to-one, che hanno avviato i primi contatti commerciali e apprezzato l’offerta di qualità del salone. Fiducia nelle prospettive future di ampliamento e consolidamento del format si sono registrati tra buyer e aziende.

“Rimini Fiera - ha dichiarato Piero Venturelli, direttore generale di Rimini Fiera - ha creduto e puntato sull’esigenza di innovazione del settore, sulla richiesta, nata dai gemmai, di una soluzione fieristica diversa da quelle in atto sul territorio nazionale. Gem World è nata per essere e fare questa virtuosa differenza. Dopo i positivi e incentivanti riscontri tra espositori e buyer di questa prima edizione di intenso confronto guadiamo già al 2009 con una seconda edizione in programma tra il 6 e l’8 giugno ma anche con un’attenzione ad altri prodotti espositivi già esistenti sul mercato e che potrebbero entrare a brevissimo in sinergia con la manifestazione. Questo secondo aspetto sarà oggetto di un nostro prossimo annuncio”.

“Ottima l’impressione di questo inedito debutto della gemma - ha continuato Paolo Cesari, presidente di Assogemme – Un vero investimento per gli espositori, oltre le aspettative per una prima edizione. È stata vissuta come trampolino di lancio su mercati diversi. Interazione e scambio piuttosto che la vendita sono state la forza che ha accomunato organizzatori ed espositori. Questo ha reso Gem World un’agorà capace di richiamare anche gli scettici a dialogare sulle nuove culture delle pietre preziose, ad aprirsi alle contaminazioni di altri interlocutori oltre il gioiello, la moda ed il design primi fra tutti. Gem World ha preso spunto da tutte le situazioni capaci di colpire: colori, tinte e tonalità proprie del prodotto hanno vestito Rimini Fiera con un abito capace di lanciare nuove tendenze”.

“Rimini Fiera - ha affermato Luca Todescato, project manager di Gem World – si ritiene soddisfatta del risultato ottenuto dalla kermesse. Nuova e concentrata su un settore particolare, abbandona i soliti percorsi intrapresi dalla pietra preziosa: un azzardo premiato dai consensi. La nuova fase di sviluppo commerciale  prevede già per la prossima edizione, con il sostegno dei buyer e delle aziende partecipanti, il coinvolgimento di territori internazionali. Quest’anno una delegazione della mecca commerciale per il mondo del prezioso, la Russia, ha visitato con interesse il salone, apprezzando il singolare trattamento della gemma. È gia in fase di costruzione, in vista delle prossime date, un ponte  di collegamento privilegiato con i paesi dell’Est e i Balcani con l’obiettivo di ampliare le adesioni del  Made in Italy”.
 
GEM WORLD: UNA TRE GIORNI DI NON SOLO ESPOSIZIONI

Quotidianamente un fitto calendario di seminari e dibattiti, seguiti con affluenza ed interesse, ha offerto agli operatori del settore un’occasione di interazione e scambio di competenze ed esperienza con esperti di rilievo.
Il mondo dei granati e delle tormaline è stato esplorato nella varietà di tipologie e colori grazie all’intervento di Loredana Prosperi, Responsabile Area Scientifica dell’Istituto Gemmologico Italiano (I.G.I.). Un approfondimento sulle collocazioni geografiche e geologiche degli smeraldi dello Zambia con focus sulle inclusioni caratteristiche e una panoramica sui diamanti con colore fantasia sono stati i temi trattati da Fabio D’Amico, Gemological Institute of America (GIA) Manager Education. Giovanni Martinelli, di Gemmarum Lapidator ha illustrato l’evoluzione nel mercato attuale del taglio, fulcro della luce delle gemme. Luigi Costantini, dell’International Gemological Institute, ha posto la questione del naturale, del sintetico e dei trattamenti di diamante e rubino.
Di respiro sul trade moda il seminario Gem Visions 2009: Trend and Design Service ENLIGHTENED™ - Swarovski Elements che ha presentato l’esclusiva  ricerca sui mega trend socio-culturali e sulle direttive di moda, gioielleria, tecnologia e design.
Assogemme ha concluso il ciclo di appuntamenti con riflessioni su gemme ed etica, sulla necessità di un atteggiamento di responsabilità sociale, di prevenzione e controllo sulle modalità di estrazione delle pietre.
Apprezzata da buyer ed espositori l’atmosfera avvolgente dell’evento fuori salone svoltosi a Villa delle Rose (Misano Adriatico): GEM WORLD Welcome Party. Un happening con cena, organizzato da Rimini Fiera e Assogemme, per suggellare con buyer e espositori il primo giorno del salone. Nello spazio circolare, che simbolicamente ha accolto in un cerchio di intesa e condivisione gli ospiti, le gemme sono state protagoniste. Sotto le luci soffuse della notte, hanno sfilato, brillando di luce propria in legame con la moda, le gemme di Ticchi Maurizio, Athena, Intini, Gorgoglione,  JJewels (Blue White Diamonds), Stefania Fucci (Cesari & Rinaldi), Signity Swarovsky e Oxigène, aziende partecipanti a GEM WORLD, associate di Assogemme.
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl