WI-MAX: DIGITAL DIVIDE MA NON SOLO. IL FUTURO NELLE APPLICAZIONI MACHINE TO MACHINE

19/mar/2009 17.29.05 Wireless Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A un anno dall’assegnazione delle licenze, si discute ancora del futuro del WiMax.

Wlan Business Forum e M2M Forum offrono un momento di approfondimento per analizzarne applicazioni e possibili sviluppi in nuove aree come il machine to machine.

L’appuntamento con gli esperti del settore è il 7 aprile a Milano

 

 

“Che futuro avrà il WiMax?” Questo sarà il tema principe oggetto dei dibattiti, delle tavole rotonde e dei seminari che si terranno a WLAN Business Forum 2009 e a M2M Forum 2009, organizzati entrambi per martedì 7 aprile presso il Crowne Plaza Hotel di Milano.

 

Un anno fa, una gara pubblica assegnava le licenze in ambito WiMax. Oggi, dopo 12 mesi e nel pieno turbine della crisi economica mondiale, è opportuno capire le reali potenzialità e le possibili applicazioni della tecnologia WiMax. Quali siano le integrazioni tra WiMax e le altre tecnologie, quale il roll-out consigliato (Voice and data connectivity, video, data sharing…) e quali le killer application capaci di riportare le aziende a interessanti livelli produttivi e competitivi sono aspetti che si alterneranno in un vivace confronto fra gli operatori e i professionisti del settore.

 

Si tratta di un dibattito che non solo troverà ampio spazio nella sua naturale sede, a Wlan Business Forum 2009, ma sarà ampiamente trattato anche da M2M Forum 2009. La tecnologia WiMax si presenta, infatti, con un potenziale quasi inesplorato nel comparto strettamente produttivo del machine to machine.

 

Negli ultimi anni, il mercato della applicazioni M2M ha registrato una forte crescita e mostrato enormi potenzialità con soluzioni che spaziano dalla gestione degli impianti industriali ai servizi per le utilities, dal monitoraggio e telecontrollo alla manutenzione. Potrebbe il WiMax trovare uno sviluppo anche nel settore delle reti che gestiscono servizi di pubblica utilità? In ambito europeo gli esempi non mancano: servizi di videosorveglianza, controllo del territorio (inquinamento, traffico, ecc.), gestioni delle utilities (luce, acqua, ecc.). Le infrastrutture per i servizi pubblici necessitano, infatti, di reti territoriali sicure per il monitoraggio e il controllo di servizi indispensabili e ad alta criticità. In questi ambiti il WiMax potrebbe risultare la soluzione indicata.

 

In un momento di recessione economica come quello attuale, ogni investimento in nuove tecnologie è estremamente delicato, e spesso, si preferisce implementare le strutture esistenti invece di dare spazio all’innovazione. Wlan Business Forum 2009 e M2M Forum 2009 si preannunciano come un momento di grande attualità per delineare i possibili scenari di questo mercato, in grado di offrire ai presenti un panorama completo delle potenzialità della tecnologia WiMax come strumento integrabile e multifunzionale, capace di ridurre i costi operativi e massimizzare l’investimento.

 

Un recente survey condotta da Senza Fili Consulting, società di ricerca statunitense fondata da Monica Paolini, e intitolata “Expanding the Reach of Health Care in Developping Nations with WiMax”, mostra come le connessioni broadband real-time WiMax consentano di raccogliere le informazioni sanitarie di un paziente, condividerle tra il personale medico e paramedico anche a grandi distanze, senza sprechi di tempo e costi. In un’area rurale in Nigeria, per esempio, è stata creata una rete tra i centri abitativi e l’ospedale centrale così da coordinare le chiamate delle ambulanze e migliorare l’assistenza in regime d’urgenza. In 7 anni il numero dei pazienti che hanno potuto usufruire di un pronto intervento è aumentato da 59 a 352. Inoltre, il numero di pazienti che hanno ricevuto un’assistenza diretta, senza la necessità di un ricovero è raddoppiata. In termini economici il risultato è altrettanto interessante: i costi di installazione e il 50% del capitale iniziale sono stati completamente recuperati in meno di sei anni.  

L’efficienza in termine di costi e sicurezza raggiungibile nel settore medico grazie alla tecnologia WiMax, è un risultato concretamente raggiungibile in ogni comparto, sia esso pubblico o privato, di servizi o produttivo.

 

Di questo, e non solo, si parlerà a Wlan Business Forum e M2M Forum, con approfondimento su temi di grande interesse e attualità.

 

Per informazioni e aggiornamenti: www.wlanforum.eu e www.m2mforum.com, dove è anche possibile, per gli operatori del settore, registrarsi gratuitamente all’evento.

 

 

Informazioni su WIRELESS

WIRELESS è il punto di riferimento italiano della filiera di operatori nel settore delle tecnologie ICT e multimedia. Wireless anticipa scenari e soluzioni, descrive esperienze e prodotti concreti, offre occasioni di dibattito, confronto, scambio commerciale e networking tra aziende, istituzioni e mercati, realizzando eventi, conferenze, convegni e seminari formativi (www.gowireless.it).

 

 

Contatti

 

Michela Gnemmi
mgnemmi@gowireless.it

WIRELESS Srl
Via Monte Rosa, 11 – 20149 Milano
Tel 02/48517925 - Fax 02/460015

 

Francesca Tolimieri

ftolimieri@gowireless.it

Astralys

Via Matteotti, 77 – 20041 Agrate Brianza (MI)

Tel/Fax 0396210037

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl