Flavio Cattaneo: mantenute le promesse in un anno difficile

L'Ebitda del Gestore della Rete si attesta a 1.003,2 milioni di euro, +18,0%.

19/mar/2010 15.39.08 Ufficio Stampa Extera Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Flavio Cattaneo soddisfatto per i risultati di Terna: il miglior bilancio di sempre. Approvati i risultati 2009: utile e dividendo record.

Bilancio 2009 con risultati da record per Terna: crescita a doppia cifra di tutti gli indicatori economico finanziari. Vola l'utile di Gruppo a 771 milioni di euro con un balzo del135%, e comunque sopra le attese del mercato la forte crescita anche senza l'impatto della cessione della controllata brasiliana 354 milioni +17,8%). I ricavi sono pari a 1.360,7 milioni di euro, +13,8% .

L'Ebitda del Gestore della Rete si attesta a 1.003,2 milioni di euro, +18,0%. Bene anche l'Ebit a 694,4 milioni di euro, con un incremento del 16,3% su base annua. Investimenti a 900,4 milioni di euro, +17,7%. Il Consiglio, nell’approvare i risultati, ha proposto per il 2009 un dividendo di 19 centesimi di euro per azione (+20% rispetto al 2008) di cui 7 cent gia' pagati come acconto e 12 cent a saldo a giugno 2010.

"Terna ha mantenuto le promesse in un anno molto difficile – ha commentato l'Amministratore Delegato Flavio Cattaneo - con un risultato, anche al netto della plusvalenza di oltre 400 milioni di euro derivante dalla vendita di Terna Participações, molto importante in termini di efficienza e capacità di creare valore per gli azionisti. Continua il lavoro di tutta la squadra sullo sviluppo della rete elettrica italiana per ridurre i costi di sistema in sicurezza e nel rispetto dell’ambiente".

La situazione patrimoniale consolidata al 31 dicembre 2009 rileva un patrimonio netto pari a 2.501,5 mln (2.076,8 mln al 31 dicembre 2008), completamente di pertinenza di gruppo, mentre l'indebitamento finanziario netto e' pari a 3.758,2 mln (2.953,6 mln al 31 dicembre 2008 che non includono l'indebitamento finanziario netto del Brasile). Il rapporto debt/equity al 31 dicembre 2009 e' quindi pari a 1,50 in aumento rispetto a 1,42 del 31 dicembre 2008.

Con riferimento alla Capogruppo, questa chiude il 2009 con i ricavi a 1.295,2 mln (+8,3% anno su anno). I costi operativi ammontano a 361,4 mln (in crescita del 4,6% ). L'Ebitda si attesta a 933,8 mln, in crescita di 1 punto percentuale verso il 2008, con un incremento di 83,1 milioni di euro rispetto agli 850,7 mln dello scorso anno, in crescita del 9,8%. Gli ammortamenti, pari a 279,4 mln, rilevano un incremento di 25,9 mln rispetto al dato 2008. L'Ebit e' pari a 654,4 mln (+9,6% a/a). L'utile netto delle attivita' continuative si attesta a 325,8 mln (+9,1% a/a). L'utile netto dell'esercizio, incluso l'impatto economico complessivo, pari a 464,2 mln, derivante dall'operazione di cessione della partecipazione azionaria nella controllata brasiliana Terna Participacoes, ammonta a 790mln (+135,6% a/a). Lo stato patrimoniale evidenzia un patrimonio netto pari a 2.468,3 mln (2.028 milioni del 2008), mentre l'indebitamento finanziario netto e' pari a 3.260,9 mln (con un incremento di 306,8 milioni di euro rispetto al 2008).

L’assemblea è convocata per il 29 e 30 aprile. Il Consiglio proporrà il 21 giugno come data stacco cedola e il 24 giugno per il relativo pagamento

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl