VV FUOCO: PER LORO MEDAGLIE D'ORO A PAGAMENTO

13/apr/2010 16.44.28 PrestitoaStatali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

VV FUOCO: PER LORO MEDAGLIE D’ORO A PAGAMENTO

È datata 5 marzo 2010 la lettera del CO.NA.PO. il sindacato autonomo dei vigili del fuoco indirizzata al capo della protezione civile Guido Bertolaso. È una lettera amara, che lascia molta tristezza nei cuori di chi per il corpo dei vigili del fuoco prova una speciale ammirazione, dovuta alla loro presenza costante e indispensabile nella quotidianità. E in parte è proprio di questo che tratta la missiva scritta direttamente dal segretario del CO.NA.PO. Antonio Brizzi.

La lettera è in risposta a una comunicazione ufficiale diramata dalla Protezione Civile in merito alla consegna delle benemerenze per la partecipazione a missioni e calamità come quella del terremoto in Abruzzo o della frana a Messina. In questa comunicazione il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, spiega come sia possibile accedere attraverso il sito www.benemeranze.it al materiale di riconoscimento, che consiste in un kit con una medaglia grande, una piccola, nastrini, fascette e distintivi di sorta con il simbolo della protezione civile. E lo scandalo dov’è? La cosa disarmante è che il tutto può essere ricevuto dietro pagamento di 120 - 130 euro in base al numero di missioni compiute! Come a dire: siete stati indispensabili affinché le tragedie a cui avete partecipato non fossero ancora più drammatiche e noi ve lo riconosciamo di fronte al mondo intero. Ma se volete la prova tangibile di questo riconoscimento ve la dovete pagare di tasca vostra.

Ovviamente la lettera del sindacato dà voce a tutti i vigili del fuoco indignati dal dover addirittura pagare per poter avere un riconoscimento concreto del loro lavoro da eroi. Brizzi scrive “ci chiediamo cosa si rilasciano a fare medaglie e attestazioni ai vigili del fuoco se poi non ce ne possiamo nemmeno fregiare oppure lo possiamo fare solo dietro pagamento di una cifra” anche piuttosto alta, considerando lo stipendio medio percepito da ogni vigile? Non solo. Ma se si va a guardare bene al storia del corpo dei vigili del fuoco si capisce anche che sono stati proprio loro e il loro lavoro a dare lustro e onore alla protezione civile e non il contrario come pare emergere dalla direttiva in questione.

La lettera poi continua con una vena polemica piuttosto accesa rispetto al parco mezzi dei due corpi: vigili del fuoco costretti all’utilizzo di auto vecchie di 30 anni e protezione civile che si pavoneggia con fuoristrada da 100 mila euro.

A prescindere dalle polemiche tra i due corpi statali, in effetti suona curioso anche per un comune cittadino pensare che il destinatario di una medaglia d’oro debba pagarla per averla; è un po’ come vincere i mondiali di calcio e doversi pagare la coppa del mondo! Stona. Ed è una stonatura che come al solito ricade ancora prima che sulle istituzioni, sui singoli dipendenti.

Valentina Stipa

Staff di PrestitoaStatali.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl