Case verdi, ecco come fare per risparmiare

Tra l'altro ad aumentare la convenienza c'è sempre la detrazione del 36% (attiva fino al 2012) sulle ristrutturazioni: come ad esempio l'installazione di porte blindate, bagni nuovi, ascensori e altri lavori che non rientrano nell'efficienza energetica, ma migliorano lo stato generale dell'edificio.

20/mag/2010 16.55.24 Supermoney Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Tubi gocciolanti, fastidiosi spifferi che passano dalle finestre, bollette a tre cifre, siete stufi di tutto questo? Se volete rendere la vostra casa più green e risparmiare sulle spese è meglio fare in fretta. Salvo proroga dell’ultimo minuto, finirà quest’anno la possibilità di detrarre fiscalmente il 55% del costo degli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Insomma, se volete isolare le pareti e i solai, sostituire gli infissi con finestre ad alta efficienza, installare i pannelli solari e cambiare la vostra vecchia caldaia con modelli a condensazione o pompe di calore è questo il momento giusto. Tra l’altro ad aumentare la convenienza c’è sempre la detrazione del 36% (attiva fino al 2012) sulle ristrutturazioni: come ad esempio l’installazione di porte blindate, bagni nuovi, ascensori e altri lavori che non rientrano nell’efficienza energetica, ma migliorano lo stato generale dell’edificio. E da non sottovalutare su tutti questi lavori c’è l’iva agevolata al 10%.

Se volete fare le cose in grande e riqualificare il vostro appartamento di 100 metri quadrati (aiutando l’ambiente e aumentandone il valore commerciale) la cifra da spendere può aggirarsi intorno ai 50 mila euro (compresa manodopera e spese accessorie). Una soluzione conveniente, in questo periodo, per trovare questa cifra può essere un mutuo a tasso variabile (collegato però all’Euribor e quindi soggetto alle oscillazioni del mercato). Ma come muoversi nella giungla delle offerte dei vari istituti di credito? Usando il sistema di confronto finanziamenti di Supermoney abbiamo effettuato una comparazione sui mutui creando un profilo ad hoc. Vediamo cosa offre il mercato a un 45enne dipendente a tempo indeterminato con uno stipendio netto al mese di 1400 euro che voglia richiedere un mutuo di 50 mila euro da estinguere in 15 anni per ristrutturare e riqualificare la sua casa di 100 metri quadrati del valore di 200 mila euro.

Il primo mutuo a tasso variabile in ordine di convenienza è Mutuo Ipotecario Privati a Tasso Variabile di Webank per l’acquisto della prima casa, della seconda casa o la ristrutturazione. L’importo massimo finanziabile non può superare l’80% del valore dell’immobile in garanzia. I costi iniziali riguardano le spese di istruttoria, pari a 100 euro, e le spese per la perizia che ammontano a 250 euro per finanziamenti inferiori o uguali a 150.000 euro; il rimborso anticipato del mutuo è esente da penale. Il tasso d'interesse applicato al mutuo è pari al 2,26% e la rata che il cliente dovrà corrispondere mensilmente è pari a 321,3 euro. Obbligatoria l’apertura di un conto corrente presso Webank.

Il secondo mutuo a tasso variabile in ordine di convenienza è Giovani Coppie e Famiglie di Monte dei Paschi di Siena, pensato per i privati che desiderano acquistare la prima casa o ristrutturare quella che già possiedono. L’importo massimo finanziabile è di  350 mila euro. Il limite di finanziabilità è pari all’80% del valore commerciale dell’immobile posto in garanzia o del 100% con garanzie accessorie. La durata del mutuo può essere compresa tra un minimo di 10 anni e un massimo di 35-40 anni e prevede delle spese di istruttoria per un importo minimo di 250 euro e delle spese di perizia stimate per un valore pari a  300 euro. Il tasso d'interesse applicato al mutuo è pari al 2,26% e la rata che il cliente dovrà corrispondere mensilmente è pari a 321,3 euro.

Il terzo mutuo a tasso variabile in ordine di convenienza è Tasso Variabile Ristrutturazione di Unicredit Family Financing pensato per i privati che desiderano accendere un mutuo per l’acquisto della prima o  della seconda casa, per la ristrutturazione. L’importo finanziabile deve essere come minimo di  50 mila euro. Il limite di finanziabilità del mutuo è pari all’80% del valore dell’immobile posto in garanzia. La durata dei mutui casa può essere compresa tra un minimo di 5 anni e un massimo di 40 anni. Previste delle spese di istruttoria pratica per un importo fisso di 350 euro e delle spese di perizia, per  250 euro. Il tasso d'interesse applicato al mutuo è pari al 2,24% e la rata che il cliente dovrà corrispondere mensilmente è pari a 384,4 euro.

Per informazioni più dettagliate e per confrontare altre offerte è possibile consultare il motore di calcolo per la comparazione delle tariffe di supermoney.eu

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl