A SEGUITO DELLO SCIOGLIMENTO DI EUFER, ENEL GREEN POWER ESPANA DIVIENE TITOLARE DEL 50% DEGLI ASSET DELLA JOINT VENTURE IBERICA

A SEGUITO DELLO SCIOGLIMENTO DI EUFER, ENEL GREEN POWER ESPANA DIVIENE TITOLARE DEL 50% DEGLI ASSET DELLA JOINT VENTURE IBERICA Roma, 2 Agosto 2010 - Oggi Enel Green Power SpA ("EGP") e la sua controllata Enel Green Power España SL ("EGPE") hanno annunciato la firma di un accordo con la società Gas Natural SDG, SA ("Gas Natural Fenosa") per la suddivisione degli asset di Enel Union Fenosa Renovables SA (EUFER), una joint-venture paritetica tra EGPE e Gas Natural Fenosa.

04/ago/2010 11.05.00 EnelSharing Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roma, 2 Agosto 2010 – Oggi Enel Green Power SpA (“EGP”) e la sua controllata Enel Green Power España SL (“EGPE”) hanno annunciato la firma di un accordo con  la società Gas Natural SDG, SA (“Gas Natural Fenosa”) per la suddivisione degli asset di Enel Union Fenosa Renovables SA (EUFER), una joint-venture paritetica tra EGPE e Gas Natural Fenosa.

Obiettivo dell’operazione è di consentire a ciascuna delle parti di perseguire in maniera più efficace la propria strategia sul mercato iberico della produzione di energia elettrica  da fonti rinnovabili.

Una volta che le condizioni sospensive appresso menzionate definite nell’accordo si saranno verificate, gli asset di EUFER saranno suddivisi in due gruppi ben bilanciati, tra l’altro, in termini di valore, EBITDA, capacità e rischio e mix di tecnologie. Un gruppo di asset sarà quindi conferito a Gas Natural Fenosa, mentre EGPE manterrà l’altro gruppo in qualità di unico socio di EUFER.

In base all’accordo firmato, sia EGPE che Gas Natural Fenosa riceveranno circa 550 MW di capacità installata, sia operativa che in costruzione (principalmente riconducibile a fonte eolica, mini-idro e cogenerazione) ed una pipeline di progetti nell’eolico, nel solare termodinamico e nelle biomasse per circa 2.000 MW. Il debito netto di EUFER sarà equamente suddiviso tra EGPE e Gas Natural Fenosa.

L’accordo è soggetto ad alcune condizioni sospensive il cui verificarsi è previsto entro la fine dell’anno e, tra queste, all’approvazione da parte delle competenti autorità regolatoria ed anti-trust.

EUFER è stata creata nel dicembre del 2003 da Enel e Union Fenosa (oggi Gas Natural Fenosa). La società opera nel settore delle rinnovabili e della cogenerazione in Spagna e Portogallo con circa 1.100 MW di asset principalmente nell’eolico, mini-idro e cogenerazione. In base ai dati di bilancio del 2009, EUFER ha registrato ricavi per 159,7  milioni di euro, un EBIT di 60,4 milioni di euro ed un utile netto di 25,7 milioni di euro.

“Questo accordo consolida l’importante posizione raggiunta da Enel Green Power España nella penisola iberica “ ha dichiarato Francesco Starace, Presidente di Enel Green Power. “Stiamo integrando e ristrutturando la nostra presenza in Spagna e Portogallo per far crescere ulteriormente il nostro perimetro, anche in considerazione dell’enorme rilevanza che questa regione assume per il nostro sviluppo futuro”.

EGPE (in precedenza denominata Endesa Cogeneracion y Renovables) è stata creata nel marzo del 2010 attraverso l’integrazione delle attività rinnovabili nella penisola iberica di EGP e di Endesa ed è attualmente detenuta da EGP al 60% e per il restante 40% da Endesa Generacion SA.

Grazie a questo accordo EGPE, con una capacità installata di oltre 1.400 MW, un portafoglio di generazione diversificato (eolico, idro, solare e cogenerazione) ed oltre 10.000 MW di pipeline, consolida ulteriormente la sua rilevante posizione sul mercato iberico delle energie rinnovabili.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl