Come trarre vantaggio dalla classifica delle economie mondiali con i CFD

Come trarre vantaggio dalla classifica delle economie mondiali con i CFD Il trading online con CFD permette di trarre vantaggio da tutti movimenti delle diverse economie a livello mondiale.

19/ago/2010 10.09.27 azzurra Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Il trading online con CFD permette di trarre vantaggio da tutti movimenti delle diverse economie a livello mondiale. Alcune crescono, altre perdono quota; per un trading di successo l’importante è conoscere i mercati nei loro minimi meccanismi, per quanto possano sembrare imprevedibili.

I trader più esperti sono informati su tutto ciò che può avere un’influenza sull’andamento dei mercati finanziari, dagli indicatori di rilevanza globale come il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti a quelli apparentemente insignificanti come i risultati trimestrali di una piccola società in un mercato emergente. Avere la situazione economico-finanziaria mondiale sotto controllo è la chiave per sfruttarne i movimenti a proprio vantaggio, e i CFD rappresentano l’accesso al trading più semplice e immediato.

Rispetto al trading tradizionale infatti i CFD sono un prodotto finanziario a marginazione e sfruttano quindi la leva finanziaria per accedere a volumi maggiori attraverso un semplice deposito iniziale. Con i CFD il trader apre una posizione sull’ipotetica ascesa o caduta del prezzo di un determinato strumento sottostante, e a seconda che le sue previsioni si rivelino esatte o sbagliate ci sarà rispettivamente il relativo profitto o perdita.

In questi giorni per esempio sono stati pubblicati i dati sul PIL di Cina e Giappone che hanno annunciato un clamoroso sorpasso. L’ex potenza comunista, oggi super potenza emnergente, ha preso il secondo posto nella classifica delle economie mondiali lasciandosi alle spalle il Paese del Sol Levante. I dati sono quelli del secondo quarto e vedono un totale di 1.288 trilioni di dollari per il Giappone contro i 1.337 trilioni di dollari raggiunti dalla Cina.

Dopo la pubblicazione di questi indicatori le borse asiatiche hanno ovviamente risposto con un innalzamento dell’indice di Shanghai e una caduta di quello di Tokyo. Durante il corso dell’anno la Cina aveva già ottenuto primati importanti come il maggiore mercato automobilistico (superando gli Stati Uniti) e il maggior Paese esportatore (rubando il titolo alla Germania). Ecco quindi che  un investitore attento aveva avuto modo di cogliere i segnali di preavviso di tale scalata economica, nonostante gli analisti avessero dato un maggiore credito alla crescita giapponese.

Il trading online con CFD offre una scelta di mercati in cui operare molto vasta che comprende anche indici, azioni, forex, materie prime e opzioni. A seconda della previsione che il trader fa su un certo strumento finanziario (che può essere l’indice italiano FTSE Mib come le azioni Fiat piuttosto che il petrolio), questo aprirà una posizione long (acquisto) se crede che il prezzo dello strumento salirà  oppure una posizione short (vendita) nel caso creda che il prezzo invece scenderà.

In Italia la prima società per servizio di trading con CFD è IG Markets che fa parte di IG Group Holdings Plc, leader di settore in Gran Bretagna. Il nostro servizio di trading comporta un elevato livello di rischio e può determinare perdite che eccedono il vostro investimento iniziale; accertatevi di aver pienamente compreso i rischi a cui potreste incorrere.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl