Progetto “adotta un anziano” per l’affitto di una casa o una camera

25/set/2010 11.59.07 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Settembre e' il mese della ripresa dei corsi universitari e di conseguenza logica ricomincia la corsa alla ricerca delle case o delle camere in affitto da parte degli studenti fuori sede. I ragazzi viaggiano per le città in lungo e in largo ed osservano tutti i muri, le fermate degli autobus, i lampioni della luce, le bacheche di annunci per strada alla ricerca dell’offerta migliore, che faccia al caso suo e delle sue esigenze. Una valida alternativa a tutto questo è internet. Esistono tanti siti internet in cui è possibile trovare offerte di affitto per case o camere singole o doppie. Una novità spicca tra gli annunci in rete e recita così : "Cerco camera a prezzi modici presso signora anziana in cambio di accompagnamento e aiuto per faccende domestiche". È praticamente un’iniziativa denominata “adottata un nonno” che è stata progettata e a cui hanno aderito la maggior parte delle città italiane. Questo progetto è riferito ai giovani universitari fuori sede e nasce con lo scopo di risparmiare in quanto il progetto “adotta un anziano” prevede la coabitazione con persone anziane sole per ottenere un canone d'affitto più conveniente, in cambio dell'impegno a sbrigare faccende domestiche e commissioni." Questa soluzione conveniente e dall' elevato senso sociale emerge nel panorama della ricerca di camere in affitti Milano potrebbe portare a buoni frutti e di conseguenza si innesterebbe uno scambio sociale ed etico : aiutare un anziano in cambio di una camera da letto a prezzi moderati. Questa soluzione alleggerirebbe le tasche degli italiani sia degli studenti che dei loro genitori, un piccolo aiuto ad una persona anziana lascia sempre poi un insegnamento etico importante.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl