SEI UN PROTESTATO? UN PRESTITO PER TE!

11/gen/2011 09.36.45 PrestitoaStatali.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Cosa accade in termini finanziari se per qualche ragione non siamo in grado di fronteggiare il pagamento di una cambiale o di un assegno già emesso? Scatta immediatamente la segnalazione presso i registri appositi, consultabili da tutte le banche e gli istituti di credito, che non avendo chiaro il nostro grado di solvibilità si vedranno costrette a non erogare alcun tipo di prestito personale.

Ma ora c’è un’alternativa per queste situazioni: la legge 180/50 agli artt. 68-69 stabilisce infatti che anche in presenza di pignoramenti è possibile ottenere prestiti tramite cessione del quinto. D’altra parte, i propri istituti di credito hanno elaborato i cosiddetti prestiti protestati per far accedere alla richiesta di liquidità anche coloro che sulla carta non sono considerati buoni pagatori. Questa prassi ovviamente è stata studiata a fronte dell’azzeramento del rischio per l’istituto erogatore circa la restituzione della liquidità concessa.

I prestiti protestati infatti hanno una metodologia d’applicazione che tutela entrambe le parti; tra i prestiti protestati più conosciuti e utilizzati rientra senz’altro la cessione del quinto che prevede come unico vincolo per il richiedente un contratto di lavoro a tempo indeterminato. In questo caso è infatti la busta paga mensile che l’ente creditizio chiede a garanzia della restituzione della cessione del quinto ed è il datore di lavoro che si fa carico della rata di rimborso, trattenendo dallo stipendio l’importo della restituzione e garantendo senza alcun dubbio la solvibilità del richiedente.

Tra i prestiti protestati, la cessione del quinto è la via più utilizzata e sicura. Tuttavia, va specificato che anche i prestiti cambializzati rientrano tra i prestiti protestati e sono quindi accessibili a coloro che rientrano nella categoria dei cattivi pagatori. In questo caso però il rischio per il richiedente è maggiore, essendo la restituzione vincolata alle cambiali e quindi potenzialmente sottoposto al pignoramento del bene.

Noi di PrestitoaStatali.it, vi consigliamo di intraprendere la strada dei prestiti protestati con cessione del quinto, relegando le altre tipologie destinate a questa categoria agli ultimi posti delle vostre scelte. I protestati sono certamente categorie di pagatori più deboli ed è per questo che anche nella scelta rispetto ai prestiti da intraprendere devono affidarsi alla competenza e alla professionalità di chi, per loro conto possa consigliare le vie più semplici ed efficaci trai prestiti protestati. (Per saperne di più sulla Crif

 

Lo Staff PrestitoaStatali.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl