Mutui agevolati per pensionati e dipendenti pubblici

12/gen/2011 21.56.23 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se avete bisogno di un mutuo per acquistare una prima casa e siete dipendenti pubblici o pensionati della pubblica amministrazione potete prendere in considerazione l’idea di usufruire dei mutui concessi dall’Inpdap, l’ Istituto Nazionale per i Dipendenti dell' Amministrazione Pubblica.

I mutui inpdap sono prestiti a tasso agevolato e possono essere concessi per un importo massimo di 300 mila euro per poi essere restituiti in rate mensili in un tempo che può andare, a scelta del richiedente e a seconda della somma prestata, da dieci a trent’anni. Sono mutui ipotecari il che vuol dire che per fino a quando non avrete estinto il debito la banca sarà titolare di una ipoteca sulla vostra casa a garanzia della restituzione delle rate.

La persona che richiede il prestito deve necessariamente essere iscritto al fondo credo della Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali ed esserlo da almeno tre anni. Inoltre né chi opera la richiesta della somma né i componenti del proprio nucleo familiare dovranno essere proprietari di altri immobili nel raggio di cento chilometri dal comune dove è presente l’appartamento oggetto del mutuo.

La concessione del mutuo è legata alla disponibilità finanziaria di ciascuna sede provinciale. Se la vostra richiesta sarà accettata sarete contattati entro 45 giorni per la stipula del contratto. In caso contrario il richiedente sarà avvertito tramite una comunicazione ufficiale.

Le condizioni di questo tipo di accordo prevedere la possibilità di estinguere il mutuo in qualsiasi momento e l’opportunità, in caso di problemi gravi, di sospendere un massimo di due rate durante il rapporto. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl