CESSIONE DEL QUINTO PER DIPENDENTI UNEP

19/gen/2011 10.00.52 PrestitoaStatali.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Tra coloro che godono dei privilegi riservati ai dipendenti pubblici e statali rientrano anche i dipendenti UNEP, ovvero dipendenti dell’Ufficio Notifiche ed Esecuzione protesti.

Seppure non è un organo appartenente in via diretta alla magistratura, i propri dipendenti rispondono del loro operato al magistrato capo dell’ufficio giudiziario; inoltre i dipendenti di questo organo vengono assunti attraverso un concorso pubblico disciplinato dal Ministero della Giustizia. Pertanto, il personale UNEP viene considerato alla stregua dei dipendenti pubblici e come tale godono dei loro stessi privilegi anche in tema finanziario.

Ciò si traduce principalmente in una facilità di accesso ai finanziamenti con cessione del quinto dello stipendio anche in casi nei quali, tradizionalmente un ente creditizio non concederebbe liquidità; nello specifico ad esempio nei casi in cui il richiedente sia un “cattivo pagatore”, sia segnalato alla Crif o abbia procedimenti di protesto o pignoramento in corso.

Ciò ovviamente è legato alla certezza che il datore di lavoro dà, in quanto tale, all’istituto che eroga crediti. Nel caso dei prestiti con cessione del quinto infatti l’unica garanzia richiesta a fronte dell’erogazione è data proprio dalla presenza di un datore di lavoro forte e tendenzialmente infallibile e da un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

La richiesta in forma scritta per l’ottenimento di un prestito con la formula della cessione del quinto deve essere avanzata direttamente all’UNEP che si occuperà della trattenuta sulla busta paga, dell’importo della rata di rimborso prevista e concordata dall’ente creditizio insieme al richiedente.

A fronte dell’accettazione da parte dell’UNEP della richiesta di liquidità, il prestito verrà erogato entro pochi giorni sotto forma di assegno non trasferibile oppure direttamente sul proprio conto corrente. Da quel momento, il problema della restituzione del prestito non è più del richiedente: è direttamente il datore di lavoro infatti, come abbiamo detto, che sistematicamente trattiene la rata di rimborso, la quale non può per legge superare un quinto dello stipendio.

Un prestito con cessione del quinto, anche  per i dipendenti UNEP, rientra tra i prestiti personali non finalizzati, ovvero la disponibilità della somma non è vincolata in nessun modo e può essere destinata a qualsivoglia scopo.

Noi di PrestitoaStatli.it, ci occupiamo anche dei finanziamenti per i dipendenti UNEP creando anche per loro un percorso facile e veloce per l’ottenimento della somma necessaria. Affidarsi ai nostri esperti significa dimezzare ulteriormente gli oneri a proprio carico e avere la certezza che il percorso che si intende portare avanti sia il più adatto alla propria situazione economica.

Per saperne di più sui prestiti INPDAP online, fai click!

Lo Staff PrestitoaStatali.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl