Un'amica racconta: «Ruby mi disse di aver fatto sesso» con il premier

18/gen/2011 17.35.26 michele Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Dalle carte processuali dei pm milanesi che accusano Silvio Berlusconi di concussione e prostituzione minorile spuntano nuovi dettagli sulle serate ad Arcore e sulla presenza di Ruby a villa San Martino. «Ruby mi disse di aver fatto sesso» con il Cavaliere. È quanto si legge in uno dei verbali contenuti nell'invito a comparire inviato al premier dalla procura di Milano. A parlare è Caterina Pasquino, la donna che denunciò la giovane marocchina per il furto di 3mila euro e di alcuni oggetti in oro.

Il racconto della giovane marocchina all'amica
Nei verbali gli inquirenti chiedono alla Pasquino conferma del fatto che Ruby frequentasse gente famosa. «Ricordo - risponde la donna - che diceva di essere molto amica del presidente del Consiglio a casa del quale è stata spesso dove ha cenato, ballato e fatto sesso con lui, il quale le dava molto denaro». E proprio attorno al denaro chiesto dalla giovane marocchina ruota una delle intercettazioni trascritte dai pm meneghini negli atti trasmessi a Montecitorio con cui si chiede l'autorizzazione a perquisire gli uffici di Giuseppe Spinelli, tesoriere di fiducia del premier e uomo chiave nella vicenda.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl